Addormentarsi nel lettino dei bambini: il contorsionismo di una mamma

Matt e Dyana sono una coppia consolidata, dopo anni di fidanzamento hanno deciso di sposarsi. Qualche mese dopo è arrivata Luella, la loro bellissima figlia. Un giorno Matt torna a casa dal lavoro e trova sua moglie abbracciata alla bambina, nel suo lettino. Scatta una foto, il momento era dolcissimo, e aspetta che Dyana si svegli… “Ero un po’ preoccupato, pensavo che Luella avesse qualche problema”, racconta il papà.

4a

Dyana si sveglia e trova Matt in lacrime, si era commosso vedendole dormire così. La moglie lo tranquillizza, era tutto a posto. “Ho sentito piangere Luella e per tranquillizzarla mi sono messa accanto a lei, ma ero stanca, e mi sono addormentata”, dice la donna.

Dyana gli disse ancora: “Ti ricordi il prete che ci ha sposato? Ci ha raccontato di essere stato in Uganda a visitare un orfanotrofio e ha detto che la cosa che lo aveva colpito di più, la dentro, è stato il silenzio assoluto che regnava nelle stanze bianche che ospitavano centinaia di lettini di neonati.”

4c

E ti ricordi cosa gli rispose la suora? Continuò Dyane: “Quando arrivano in orfanotrofio tutti i bambini urlano, si disperano. Chiamano i loro genitori usando il pianto… ma dopo una settimana smettono tutti. Capiscono che non hanno più una mamma e un papà e si rassegnano.”

Questa storia ha commosso i due coniugi, da quel giorno si erano promessi di non ignorare mai il pianto dei bambini, anche quando non c’era un reale motivo. Dyana ha poi aggiunto: “Matt quella sera ha capito una cosa importante. Ha preparato la cena mentre noi dormivamo e, quando ci siamo svegliate, ci ha abbracciate e ci ha detto di amarci più di qualsiasi cosa al mondo.”

4b

Spero che questa storia abbia insegnato una lezione importante anche a voi. Se l’avete imparata, condividetela con le vostre amiche mamme, per dare anche a loro l’opportunità di non perdersi nemmeno un secondo della vita dei loro figli!

di Federica