A che età dovrete smettere di comprare da Zara?

Zara è uno dei marchi di moda che preferiamo, perché il brand di moda propone capi di abbigliamento glamour e di tendenza a prezzi decisamente abbordabili. E poi i negozi Zara ormai sono dappertutto, quindi è anche facile fare shopping tra le linee di moda del gruppo. Zara piace a ogni età: ci sono collezioni per i più piccoli, per le giovanissime, per le giovani… e anche per le grandi? In teoria sì, ma attenzione, perché non si può fare shopping da Zara a tutte le età… C’è un limite massimo che non dovremmo superare.

Insight Rooms, società di analisi dei consumatori, infatti, ci ha dato una bruttissima notizia, dando il colpo di grazia alla nostra voglia di fare shopping da Zara: se abbiamo più di 30 anni e meglio che lasciamo perdere, che nemmeno ci mettiamo piede dentro a uno store del gruppo, perché altrimenti verremmo prese dalla voglia del “Mi piace ma non posso”.

Secondo un’analisi condotta dall’agenzia, infatti, l’età media delle consumatrici che si serve da Zara ha un’età compresa tra i 23 e i 27 anni, una fascia in cui le donne non riescono a resistere alle collezioni del brand e sfruttano ogni occasione possibile e immaginabile per fare acquisti nei tanti negozi sparsi da nord a sud, in ogni centro.

Ed Dilworth, il CEO di Insight Rooms, ha sottolineato che, però, Zara non propone solo capi di abbigliamento per le giovanissime, come fanno alcuni competitori e brand low cost, ma presenta anche delle collezioni di abiti e di accessori, come scarpe, borse e non solo, in stile più classico, ideali anche per tutte le donne dallo stile un po’ più maturo, quindi over 30.

Nessuno ovviamente ci vieta di fare acquisti da Zara, a 18 e a 70 anni: se i capi di abbigliamento e gli accessori soddisfano le nostre esigenze e il nostro stile, perché non fare shopping?

La ricerca lascia un po’ il tempo che trova: non vi preoccupate, possiamo continuare ad andare da Zara, magari quando arriveranno i saldi, così i prezzi saranno ancora più bassi!

Fonte: Cosmopolitan

di Redazione