Festa della donna: tra storia e outfit

Di certo non poteva mancare in un blog tutto al femminile una riflessione su quella che da tempo è considerata la festività per eccellenza in onore delle donne: l’8 Marzo! Siete già tutte pronte per festeggiare uscendo con le amiche, magari andare a cena fuori, in disco o semplicemente scorazzare in auto per divertirsi tutte insieme?? Ho dei ricordi molto belli di quando ero “giovane” (mi sembrano passati secoli da allora!!) e non vedevo l’ora di trascorrere la serata in giro in auto a cantare a squarciagola le canzoni preferite con le mie amiche! Voglio però ricordare e spiegare, per chi non lo sapesse, come e perché soprattutto è nata questa ricorrenza.

Non solo outfit: perchè l'8 marzo?

Nel lontano 1908 le giovani donne operaie dell’industia tessile “Cottons” scioperarono perché stanche dei ritmi lavorativi a cui erano sottoposte… sappiamo già che in quegli anni la condizione sociale della donna non era certo delle più felici. Così, visto che lo sciopero durava da molti giorni, il proprietario della Cottons, stanco dell’improduttività delle sue operaie, pensò bene di punirle chiudendo, proprio l’8 Marzo, tutte le porte dell’azienda affinchè non potessero uscire. Purtroppo all’interno della fabbrica scoppiò un incendio doloso e tutte le donne rimasero intrappolate… inutile dire che ci fu una strage: persero la vita 129 donne, ragazze, madri. Questo triste avvenimento però non rimase senza conseguenze: qualche tempo dopo Rosa Luxemburgo proclamò l’8 Marzo come giornata di lotta a favore della donna, in ricordo della tragedia. Via via negli anni poi, venne celebrata sempre questa giornata di festa… e non solo! Il movimento a favore dei diritti delle donne e della rivendicazione della loro libertà, iniziò anche ad uscire dai confini americani prendendo piede in Europa, in Italia… Finalmente tutte le donne lentamente riuscivano a trovare il coraggio di ribellarsi per battere il pugno sul tavolo e dire: io sono libera! Questa storia mi è stata raccontata da mia nonna quando ero bambina ed ogni volta che ricorre questa festività, non vi nego che il mio pensiero va a quelle donne… tutte noi dovremmo essere grate in fondo alle giovani operaie che con il loro sacrificio hanno dato vita ad una rivoluzione che ha mobilitato la coscienza di tutti.
Il simbolo di questa giornata, di cui voglio parlarvi, è la Mimosa.

Auguri a tutte le donne!
Auguri a tutte le donne!
Auguri a tutte le donne!
Auguri a tutte le donne!
Auguri a tutte le donne!
Auguri a tutte le donne!
Auguri a tutte le donne!
Auguri a tutte le donne!

Giallo Mimosa

Tutte noi riceviamo almeno un mazzolino di questo fiore che io personalmente adoro… è profumatissimo, allegro, morbido e soprattutto giallo! Anche la Mimosa ha un suo perché, una sua origine, lo sapevate??
È stata scelta come fiore simbolo della festa della donna nel 1946 proprio qui in Italia. Le donne romane erano alla ricerca di un fiore simbolico che doveva caratterizzare la giornata dell’8 Marzo e decisero di utilizzare la mimosa sia per il suo aspetto fresco e profumato, sia perché era un fiore molto economico e quindi tutte potevano acquistarlo e soprattutto regalarlo ad altre donne!! Direi che la loro scelta è stata un successone visto che ancora oggi non vi è festa della donna senza appunto, un bel mazzolino di mimose! Non a caso la maison Chanel ha realizzato qualche tempo fa uno smalto assolutamente yellow in onore di questo bellissimo fiore e che si chiama appunto “Mimosa”, magari potrete indossarlo proprio in questa occasione, che ne dite?

Chanel, Le Vernis, 577 Mimosa
Chanel, Le Vernis, 577 Mimosa

Cosa indossare per la Festa della Donna?

Ma torniamo alla parte divertente di questa giornata… sono sicura che tutte voi stasera vi concediate una serata only for girls, (io ho già un bel programmino in mente per ricordare i vecchi tempi con le mie amiche) e sono proprio curiosa di sapere cosa indosserete! Vi consiglio di scavare a fondo nel vostro armadio per riportare alla luce quel vecchio vestitino colorato che tanto vi piaceva. Ricordate che la primavera è alle porte (evviva!!) e quindi possiamo finalmente osare con i colori con abitini corti, femminili, evitando anche le calze (evviva mille volte!!)

Si può anche optare per un look più easy con jeans o pantaloni, camicetta carina e pochette gioello ma… non dimenticatevi dei tacchi! Questa sera sono d’obbligo. Ricordatevi sempre che la scarpa alta slancia tutte noi rendendoci sinuose nei movimenti, e quindi femminili.

outfit
outfit

Mi raccomando ragazze, divertitevi e fate valere sempre i vostri diritti… quelli per cui molte donne, prima di noi, hanno combattuto!

di Valentina Ciotola