Estate: scegliamo i tessuti per stare fresche!

È passato Scipione, è arrivato Caronte… nomi immaginari e immaginati da chi voleva metterci in guardia e aiutarci a trovare una difesa da queste temperature che sono veramente in grado di arrostirci tutti! L’aria condizionata è accesa in ogni dove e così, se mi trovo per strada a fare qualche commissione, entro in quasi tutti i negozi per “dare un’occhiata” alle nuove collezioni…… in realtà entro principalmente per rinfrescarmi, ovviamente! Altri rimedi per sopravvivere alla calura? Bere tanta acqua, legare i capelli ed indossare abiti che lascino respirare la pelle. A proposito di questo ultimo punto oggi voglio consigliarvi un po’ di tessuti da scegliere per i vostri look-da-caldo-super-afoso-impossibile. La scelta migliore sarebbe (chiaramente) quella di passeggiare con un grosso condizionatore che ci rinfreschi, ma in mancanza (ahimè) di questo possiamo passare alle soluzioni alternative.

bobine di tessuti naturali
bobine di tessuti naturali

I tessuti da evitare

Oltre ad indossare abitini a mezze maniche o a giro maniche, pantaloncini, gonne ecc ecc… vi consiglio di dare importanza al tessuto con cui è realizzato il capo che scegliete di indossare, specialmente in questo periodo dell’anno. Ci sono dei tipi di tessuti che a contatto con il calore del corpo già di per sè, attaccandosi alla pelle, riscaldano e creano fastidio, immaginateli indossati in queste giornate dove la pelle suda e quindi succede un vero e proprio patatrac. Sconsiglio quindi di indossare innanzitutto tutti i tessuti sintetici in generale che essendo realizzati molto spesso con una percentuale di poliestere, si surriscaldano quasi automaticamente: nello specifico mi sento di scrivere nella lista nera il raso, la lycra, il jersey ed il poliestere, appunto. Nei periodi invernali questi tessuti se indossati non creano particolari problemi perché il corpo ha una temperatura normale e anche quella esterna non influisce su di essi, anzi talvolta sono quasi una barriera per il freddo, specialmente la lycra, secondo me. In estate invece… assorbono praticamente il calore, si surriscaldano automaticamente.
Il risultato? Diciamo che la pubblicità del famoso deodorante che recita “altolà al sudore” non potremmo farla. Il sudore però non si combatte, credetemi, con un semplice deodorante, ma non con la rimozione dei capi colpevoli!

capi nei tessuti estivi
capi nei tessuti estivi

…e quelli da preferire

Cosa consiglio, allora? Personalmente ho constatato che i tessuti naturali, quelli cioè ricavati dalle piante o comunque già presenti in natura e non creati o alterati da filamenti chimici, sono quelli che mi hanno lasciata più soddisfatta… e asciutta. Andiamo quindi alla ricerca di capi in seta, lino, cotone… questi in primis sono una salvezza per me. Infatti sono piena di abitini lunghi e larghi in seta, come quello che vi ho mostrato qualche giorno fa qui su Bigo, di pantaloni in lino e belle camicine di cotone. Tra l’altro mi piacciono anche per le loro colorazioni naturali che, altro aspetto molto importate, difficilmente scambiano o scoloriscono. Altri due tessuti che indosso con piacere d’estate sono chiffon e la georgette che vengono realizzati spesso con una percentuale di seta e che quindi li aiuta ad essere traspiranti oltre che trasparenti.
Mi raccomando allora ai vostri outfit.. che siano colorati, fantasiosi, naturali e freschi!

capi nei tessuti estivi
capi nei tessuti estivi

di Valentina Ciotola