Fashion blogger in crisi. Alle fashion week si è vista una “seconda generazione” sfortunata

Articolo scritto da Melania del blog Mel’s Choice
Se dico blogger, chi vi viene in mente? Io scommetto Chiara Ferragni, Bag Snob, Andy Torres. Scommetto che nella vostra mente si susseguono foto dei loro look street style sui portali web delle più importanti riviste al mondo o nel front row delle sfilate della Fashion Week.
A quanto pare questi risultati sono ormai un privilegio di “pochi” eletti che, avendo cominciato la loro carriera di blogger quando il fenomeno era appena scoppiato (e qualcuno anche prima) hanno cavalcato l’onda del successo quando sempre più brand li hanno scelti come trampolini di lancio ad hoc per le loro strategie di marketing.

chiara-ferragni_the-blonde-salad_guess_19
Chiara Ferragni di The Blonde Salad
fashion-blogger-di-betty
Betty di Le Blog de Betty

Sarebbe ormai impossibile immaginare una sfilata senza blogger tra le fila dei partecipanti che scattano foto o girano video che immediatamente raggiungono i milioni di followers sui solo social network, impossibile tagliare un ponte così importante per le aziende che le avvicina ai potenziali clienti più di ogni altra pubblicità o tipologia di comunicazione.

fashion-blogger-the-bag-snob
The Bag Snob

Addirittura molte scuole di moda e design italiane (e non solo) danno ai propri studenti il compito di progettare blog di moda e di affollare le strade delle città durante la Fashion Week per farsi fotografare e per presenziare proprio in veste di blogger. Secondo alcune scuole, sarebbe questo il modo migliore per capire la moda di oggi e scoprire tutti i segreti che questo sistema tanto affascinante nasconde.

Il dubbio è: sarà davvero così?

Alcune voci di corridoio che proverrebbero da fonti vicine alle case di moda, fanno sapere che per le maison il fenomeno è in netto calo e che, se proprio bisogna scritturare un blogger, si sceglieranno quelli più famosi, ormai delle vere e proprie celebrità più conosciute come “influencers”.

bloggers_alla_milan_fashion_week
Bloggers alla Milan Fashion Week

Gli inviti e i regali pensati per il settore starebbero infatti diminuendo, soprattutto perché alcuni blogger hanno ormai tanto potere nella moda da essere diventati veri imprenditori: come non pensare al caso italiano Chiara Ferragni, che con guadagni alle stelle può vantare una linea di scarpe e accessori che porta il suo nome.

Se in Occidente l’attenzione per i blogger potrebbe essere in fase calante, in Oriente, e in particolare in Cina, c’è la consapevolezza che il fenomeno resterà rilevante ancora per molto, facendo da tramite per diffondere la passione per la moda.

Voi cosa ne pensate? Il fenomeno blogger è davvero in calo?

di Redazione