La moda sbarca al Museo come se fosse un’opera d’arte

La moda diventa arte. O forse lo è sempre stato, visto che sulle passerelle di tutto il mondo compaiono di continuo creazioni che ci fanno letteralmente sognare a occhi aperti. A celebrare la moda internazionale e i capi di abbigliamento e gli accessori che hanno fatto letteralmente la storia del costume è il Moma di New York, grazie alla rassegna Items: Is Fashion Modern? (Oggetti: la moda è moderna?), in scena fino al 28 gennaio 2018: in tutto saranno messi in mostra 111 pezzi che dimostrano come la moda influenzi la nostra vita, ogni giorno.

Il titolo si ispira a una mostra del 1944 di Bernard Rudofsky ‘Are Clothes Modern?’: è stata curata da Paola Antonelli, responsabile del dipartimento di Architettura e Design, che all’Ansa ha spiegato che la moda in realtà mancava dalle collezioni del Moma. E in realtà è un gran peccato, non trovate?’

La curatrice spiega il motivo di questa mostra: “Il nostro obiettivo è dimostrare che la moda fa parte del design, ma anche far sapere alla gente che gli abiti hanno un impatto sia personale che globale“.

La mostra è suddivista in gallerie: si comincia da un’area dedicata all’idea di un corpo e una silhouette mutante, con riferimento a taglia, genere, immagine. Ecco apparire il reggiseno Wonderbra e il sari, l’abito tradizionale delle donne indiane. Un’altra area è dedicata alle nuove tecnologie applicate alla moda, come i giubbotti in Gore-Tex, impermeabili e traspiranti, o gli scarponi da neve Moon Boot.

E ancora, una sezione è dedicata all’emancipazione e alla ribellione, con felpe con cappuccio e pantaloni in pelle, ma anche bikini e hijab, il velo tradizionale delle donne islamiche. Un’altra sezione racconta ai visitatori gli oggetti che hanno un messaggio implicito ed esplicito, come le t-shirt con tatuaggio, la bandana e l’anello di fidanzamento con diamanti.

C’è spazio anche per la moda sportiva, mentre non manca, ovviamente, la moda Made in Italy, come le cravatte Marinella che da anni vestono capi di stato, personalità, celebrità, imprenditori, artisti!

di Redazione