Lana Grossa: pregi e difetti di una coccola indispensabile

Ciao a tutti, mi presento!

Ciao! Sono Elena
Ciao! Sono Elena

Parliamo dunque di maglioni!

Dedichiamoci per ora alla stagione invernale. La moda propone golf, maglioni, gilet e quant’altro, in lana grossa, effetto hand made, oggi parliamo di questo. Attenzione. Possono avere un effetto fuorviante. Un capo di questo genere va dosato ed utilizzato con alcune cautele. Innanzitutto banditi i maglioni aderenti realizzati con questa tecnica, infagottano troppo ed allargano le forme.
Modelli simili sono assolutamente da evitare. Fasciano ed essendo in materiale molto spesso e consistente rischiano di appesantire.

H&M
H&M

Un cardigan, con bottoni grossi e cappuccio, magari con stampe accattivanti come questo modello H&M sarà invece adattissimo, accostato ad un paio di jeans e stivali al ginocchio (perché non biker boots?). Il classico cardigan non conosce confini, si adatta a qualunque tipo di fisico e dà il massimo portato aperto sopra una canotta scura aderente di media lunghezza; si appoggia morbidamente sui fianchi e ne nasconde la larghezza, un ottimo alleato.
Il modello classico, maglione lungo (questo sempre H&M) ha una doppia faccia: può essere causa dell’effetto “casalinga disperata che-tanto-butto-su-qualcosa-giusto per scendere a comprare il pane”, oppure può creare un ottimo effetto bilanciando la figura. In che modo? Assolutamente da evitare l’accostamento a jeans e sneakers, troppo trasandato. Ottimo con leggings in pelle (ebbene sì, anche su fisici non filiformi possono avere una resa eccellente con il giusto mix) o in tessuto, stivali UGG o biker boots alti sulla gamba, capelli raccolti a coda di cavallo o chignon ed orecchini importanti, magari un bracciale grosso et voilà. Perfect.

H&M
H&M

Anche se pensate di avere molto da nascondere, non esagerate nell’occultare. Modelli come questo di Zara, informi e larghissimi tendono ad infagottare ancora di più la figura creando un effetto allargante, trasandato e decisamente anti estetico.

Zara
Zara

Assolutamente da rivalutare il modello Montgomery, con allacciatura in legno, il dettaglio particolare rende interessante il semplice golf senza sottolineare troppo la linea mentre il cappuccio con inserto in pelliccia riequilibra perfettamente le forme a mio avviso.

Modello Montgomery
Modello Montgomery

Da scartare senz alcuna pietà il modello con la zip, delinea perfettamente la rotondità della figura facendoci pagare la pena di non essere perfettamente piatte. Anche aperto non funziona.

Modello con la zip
Modello con la zip

Il modello top?

Ed ecco la perfezione: il modello (questo di Pinkie) ultra morbido che accarezza in maniera dolcissima, non costringe, non comprime, non segna, si limita ad accompagnare leggero i movimenti dando alla mise quel tocco eccentrico. Perfetto con jeans bootcut, skinny infilati in boots alti, con tacchi o scarpe basse, con gonne in tulle lunghezza 7/8, con leggings e tee lunga. L’ideale. Non ci sono scuse, quest’anno deve essere lui il portagonista. Sono riuscita a darvi qualche delucidazione in più?

Pimkie
Pimkie

di Redazione