Le Sorelle Fontana: uno stile romantico che non passa mai di moda

Forse le avrete sentite nominare, forse avrete visto la fiction in tv che parlava di loro o forse inconsapevolmente avete amato le loro creazioni ammirandole in qualche film d’epoca.

fonte ilsole24ore
fonte ilsole24ore

Micol, Giovanna e Zoe: tre sorelle che hanno lasciato un segno tangibile ed indelebile nella storia della moda. Prima ragazzine tanto legate alla loro famiglia che vivevano in un contesto di povertà e sacrificio, poi donne e madri che lavoravano e portavano avanti con forza e coraggio le loro vite. Tutte e tre hanno iniziato la loro carriera lavorando come sartine all’interno di atelier agli inizi del 1900 dove venivano sfruttate per la loro attitudine alla creatività, attitudine che era davvero difficile da nascondere. Passavano intere giornate a ricamare a mano applicazioni e perline, lavori minuziosi che solo mani davvero esperte potevano fare. Pian piano però la loro creatività iniziava a sbocciare… Per caso un giorno una giovane Micol, durante una consulenza per una cliente ospite del suo atelier, si lasciò sfuggire un consiglio a voce alta… Una di quelle cose che oggi il nostro capo probabilmente non ci avrebbe perdonato.

fonte movieplayer.it
fonte movieplayer.it

L'inizio della svolta nelle loro vite

Micol invece ricevette così un piccolo incarico: realizzò un abito interamente a mano (che fatica!) e da sola, senza l’aiuto delle sue colleghe. Fu un successo. Da quel momento iniziò ad acquisire credibilità verso la clientela e le donne dell’alta borghesia iniziarono a chiedere espressamente le sue consulenze. Le sue sorelle invece furono un po’ meno fortunate di lei… Mariti sbagliati e periodi bui stavano per mettere fine alla loro carriera. Ma per fortuna non fu così. Decisero di provare, di tentare la fortuna ed aprirono un loro atelier fomentate anche dalle clienti che di loro si fidavano. In breve tempo iniziò la loro ascesa… Davvero in breve tempo! Bastarono pochi abiti a spianare loro la strada. Ava Gardner, una delle attrici più famose e ed in voga in quegli anni, decise di indossare un loro abito all’interno del film “La dolce vita”.

fonte static.apollodoro.it
fonte static.apollodoro.it

Potrete immaginare il successo immediato ed assoluto. Successo meritato aggiungerei! Ma l’attrice non si limitò solo a questo, infatti diventò la testimonial del loro stile, la loro ambasciatrice. Anche Linda Christian si innamorò perdutamente della grazia di Micol, Giovanna e Zoe decidendo di dare a loro il compito di ideare e realizzare l’abito che avrebbe segnato il resto della sua vita: quello delle sue nozze. La loro ascesa al successo era segnata ed ormai irrefrenabile, anche oltreoceano iniziarono ad amare i loro abiti.

I tratti salienti del loro stile

Abiti ultra femminili, eleganti e ricchi. Perline scintillanti, dettagli curati, cuciture rifinite alla perfezione. Gonne voluminose e morbide, plissettature minuziose, colli rigidi e socchiusi.

fonte ilsole24ore
fonte ilsole24ore

Abbinamenti di colori audaci, freschi e femminili. Uno stile romantico tipicamente ottocentesco, potremmo dire, ma rivisitato e rimodernato. Quanto mi sarebbe piaciuto poter vivere in quegli anni per poter indossare una delle loro creazioni e quanto mi sarebbe piaciuto poter stringere la mano a loro che sono davvero le signore dello stile e della moda Italiana… Quando si poteva definire ancora così!

di Valentina Ciotola