Qual è la differenza fra leggings, fuseaux e pantacollant?

Non è proprio semplicissimo stabilire quale sia la differenza tra leggings, pantacollant e fuseaux: spesso i tre termini vengono impropriamente usati l’uno al posto dell’altro, come se fossero equivalenti, ma non è così. Partiamo dai fuseaux, quelli tanto cari alle mamme: erano usati tantissimo negli anni Ottanta, sono di solito più spessi dei leggings e possono venire equiparati al pantalone di una tuta, spesso dotati di ghette o elastici alla base. Leggings (o dizione errata leggins) e pantacollant, invece, per qualcuno sono sinonimi, ma non è proprio così.

Questo è il motivo per cui i pantacollant non possono essere usati al posto dei leggings
Questo è il motivo per cui i pantacollant non possono essere usati al posto dei leggings

Adesso si tende a distinguerli anche in base al materiale. Sono entrambi considerati come indumenti aderenti indossati sulle gambe, ma non sono né catalogabili come pantaloni, né come indumenti intimi.

I leggings hanno la forma del pantalone, sono attillati e arrivano di solito fino al polpaccio. Di solito sono di cotone, anche se ultimamente se ne vedono in giro di materiali diversi. E hanno meno cuciture rispetto ai pantacollant.

I pantacollant, invece, hanno sempre la forma del pantalone, ma vengono considerati come una sorta di collant, sono aderenti, ma a differenza dei collant sono aperti sotto e non cuciti al piede. Inoltre rispetto ai leggings cambia il materiale di cui sono fatti: per i pantacollant si parla di seta o nylon e sono più trasparenti. Per questo motivo i pantacollant non vanno mai indossati con le maglie corte, perché sono trasparenti.

Foto: Flickr

di Laura Seri