Street Style alla New York Fashion Week: il vero stile non è in passerella

Articolo scritto da Melania del blog Mel’s Choice

Per gli appassionati di moda, settembre non è solo il mese in cui ricomincia il lavoro, si salutano le vacanze e si ritorna agli abiti autunnali: settembre è il mese della moda per eccellenza, quello in cui si svolgono le sfilate sulle più importanti passerelle del mondo, in primis New York seguita da Londra, Milano e Parigi. Settembre è il mese in cui le tendenze prendono il volo e si determina lo stile di una intera stagione, quello di abiti e accessori che vedremo nelle vetrine dei negozi più prestigiosi ma anche in quelle delle grandi catene low cost che, dal canto loro, si ispirano a tale stile spesso nemmeno così tacitamente. Ma è davvero sulle passerelle che i trend prendono vita? Quegli abiti che si vedono sfilare e che sembrano così irraggiungibili sono il punto di riferimento reale e unico per i trendsetter di tutto il mondo? Sicuramente il lavoro degli stilisti resta il leitmotiv di eventi come quelli delle settimane dedicate alla moda, tuttavia il punto su cui si sposta una buona parte dell’attenzione trova luogo giù dalle passerelle: è lo street style.

Street style - Fonte: Lucky Magazine
Street style – Fonte: Lucky Magazine

Blogger, addetti ai lavori, celebrità, personalità della moda e non, attendono le sfilate in abiti sgargianti, eleganti o alquanto estrosi, importanti o molto semplici, di designer famosi o del tutto sconosciuti e il loro obiettivo è solo uno: farsi fotografare. L’attesa per l’inizio delle sfilate, infatti, è caratterizzata dall’arrivo di orde di appassionati (non sempre invitati, però) che scelgono quella occasione per affermare il proprio stile, per confermare dei trend o per annunciarne di nuovi. Qualcosa ci dice che non sempre le scelte siano delle migliori (vedi foto sotto) ma è certo che lo stile in strada è spesso molto più interessante che quello mostrato dai più grandi stilisti del mondo. Perché? Semplice: appare più raggiungibile.

Gonna sopra i pantaloni e scarpe del tutto inadeguate? No. Fonte: Grazia.it
Gonna sopra i pantaloni e scarpe del tutto inadeguate? No. Fonte: Grazia.it

Qualcuno si presenta in jeans e maglietta, ma rende il tutto particolare grazie agli accessori; qualcuno riconferma il trend famosissimo dei crop top, i top corti tanto amati negli anni ’90; le modelle vengono ritratte durante le pause tra una sfilata e l’altra e sembrano proprio ragazze comuni. E poi ci sono le blogger, sicuramente uno degli assi nella manica degli organizzatori: it girls con migliaia di follower che non fanno altro che trasformarsi in altrettante migliaia di potenziali clienti. È per questo che, molto spesso, le case di moda scelgono proprio i blog come veicolo per mostrarsi ai più: è infatti comune ormai trovare lo streaming delle sfilate più importanti proprio lì, sul sito della nostra blogger preferita (o di quella che proprio non ci va giù).

Una modella in pausa. Fonte: Grazia.it
Una modella in pausa. Fonte: Grazia.it
La blogger Aimee Song. Fonte: Lucky Magazine
La blogger Aimee Song. Fonte: Lucky Magazine

Durante le settimane della moda, alcuni dei fotografi che affollano le venue sono specializzati proprio in street style. Alcuni dei più famosi blogger, infatti, sono diventati tali proprio perché le loro foto non si focalizzavano semplicemente sulle nuove collezioni di tizio e caio, bensì su quello che indossavano coloro che partecipavano alle sfilate: Scott Shuman (The Sartorialist), Lee Oliveira, The Cool Hunter e tanti altri hanno portato in auge il fenomeno dello street style laddove era inaspettato, laddove solo la moda haute couture, quella chiusa nelle location mozzafiato scelte per le sfilate, doveva essere protagonista, rendendo il tutto ancora più interessante.

Ecco altri scatti direttamente dalla New York Fashion Week Street SS 2015:

Errore di... stampe. Fonte: VancouverSun
Errore di… stampe. Fonte: VancouverSun
E il top? Fonte: VancouverSun
E il top? Fonte: VancouverSun
Moschino by Jeremy Scott. Troppo divertente. Fonte: Grazia.it
Moschino by Jeremy Scott. Troppo divertente. Fonte: Grazia.it
Look retrò: non è mai out. Fonte: Lucky Magazine
Look retrò: non è mai out. Fonte: Lucky Magazine

di Redazione