Tendenze moda: il ritorno del tartan

Che sia su gonne, scarpe, maglioni o camicie, la stampa tartan è ritornata prepotentemente di moda quest’anno.  Sono molti infatti i marchi – sia high hand che mainstream – a proporre la stampa scozzese all’interno delle loro collezioni. Questo tessuto caratterizzato da un accattivante caleidoscopio di colori è più di un semplice pattern, ha infatti una storia molto lunga, è uno dei simboli della Scozia ed è stato indossato da tantissime celebrities oltre che incluso in collezioni dei più grandi stilisti al mondo, da Alexander McQueen a Vivienne Westwood passando per Chanel.

UN PO’ DI STORIA: LE ORIGINI DEL TARTAN

Braveheart
Mel Gibson in “Braveheart”

Il tartan è ottenuto con l’intreccio di fili colorati e affonda le sue radici nel Medioevo. Dal 1600, scelto per la celebre gonna kilt, diventa uno dei simboli della Scozia e una delle stampe più riconoscibili di sempre. Ce ne sono di tantissimi varianti e colori: le possibilità di intreccio sono infinite e, se mai vogliate cimentarvi nell’inventare una vostra versione, potrete anche inserirla nel “registro delle stampe tartan” pagando un fee di 70 sterline.

IL TARTAN NELLA MODA: GLI HIGHLIGHTS

hglandrape
Dalla sfilata Highland Rape del 1995

Lo stilista che ha fatto del tartan uno dei suoi capisaldi è Alexander McQueen. Forte della sua infatuazione per la Scozia e le sue origini, ha utilizzato questa stampa quasi abusandone. In particolare nella sua collezione Highland Rape Autunno-Inverno 1995: la sfilata di presentazione della collezione fu un vero pugno nello stomaco per i critici che si ritrovarono davanti modelle con segni visibili di violenze fisiche e abiti in tartan e pizzo strappati. McQueen si ispirò alla rivoluzione agricola avvenuta in Scozia a metà del diciassettesimo secolo ad opera degli aristocratici e dei proprietari terrieri i quali espulsero la popolazione dai loro terreni.

Chanel Metières des Arts 2012

Nel 2012, nella sfilata Metières des Arts di Chanel, il tartan ha un altro momento importante: la sfilata si tenne in Linlithgow Palace, luogo di nascita della Regina Maria di Scozia, e vide creazioni di tartan per tutti i gusti: dai bellissimi cappotti a cappelli e abiti da sera tutti in tartan.

Vw94
Naomi Campbell in Vivenne Weswood FW94

L’amore per il tartan di Vivenne Westwood è vivo ancora oggi e si esprime in molte sue collezioni. Impossibile dimenticare quella autunno-inverno 1993, quando le più grandi top model di sempre Kate Moss, Naomi Campbell, Christy Turlington e Linda Evangelista sfilarono portando al punto più alto il tartan, utilizzato per abiti, borse, giacche e vestiti da sera… E fu proprio quella la sfilata in cui Naomi perse l’equilibro sugli altissimi tacchi e… cadde!

KEEP CALM AND… TARTAN IS BACK

Per questo autunno-inverno ’16 la stampa scozzese ritorna in grande stile nelle collezioni di diverse case di moda: da Vetements a Balenciaga, da Chanel a Tod’s a Burberry le passerelle hanno visto sfilare moltissimi capi in tartan nelle più disparate varianti di colore.

fw17
Il tartan sulle passerelle FW17

E dalle grandi passerelle il tartan arriva anche nei negozi low cost dove possiamo trovare molti capi con questa stampa a prezzi accessibili. Dalla camicia di flanella proposta da H&M in diversi abbinamenti di colore, alla sciarpa a quadri di Zara per dare un tocco in più ad ogni outfit. Un altro statement piece che può dare una vibe cool al vostro guardaroba è la minigonna in tartan che potete trovare su ASOS. Questo abito New Look può essere abbinato con dettagli in verde scuro per un perfetto look da feste di Natale. E per finire, le scarpe: Converse ha rilasciato un paio di Chuck Tailor con stampa tartan che potete trovare su Sarenza.

Collagetartan
Dove trovare capi in tartan

Allora, siete pronte per aggiungere un tocco scottish al vostro stile?

di Melania Rusciano