Turbante: 5 modi per indossarlo

In estate, oltre agli occhiali da sole che io mi porto praticamente ovunque, spesso e volentieri non rinuncio al cappello che porto sempre con me!

Visto però che, soprattutto se si viaggia in aereo, portarsi a dietro il capello in paglia non è proprio comodissimo e onde evitare di comprarmi un capello in paglia in ogni luogo di villeggiatura, da qualche estate a questa parte ho trovato una valida alternativa : il turbante!
In realtà è tornato di moda l’estate scorsa, proposto da tutti i più grandi stilisti sulle passerelle della P/E 2013 e poi riproposto e copiato in ogni dove!

Di origini orientali, il turbante era molto di moda negli anni ’30-’50, lo avrete sicuramente visto nelle foto del tempo di Greta Garbo e Grace Kelly, ma anche nel film il Grande Gatsby in cui più di una ragazza lo indossa ad ogni party.

Una scena del film "Il Grande Gatsby" - Fonte: Repubblica.it
Una scena del film "Il Grande Gatsby" – Fonte: Repubblica.it

Se lontano dal mare è un accessorio elegante e chic, nelle giornate ventose in spiaggia può diventare un validissimo alleato per tenere in ordine i capelli e proteggerci dal sole!

Se state cercando un turbante perfetto per l’estate sceglietelo in seta e con una fantasia coloratissima, se volete avvolgerlo per bene intorno alla testa sceglietelo ampio, renderà il vostro copricapo ancora più chic!

I modi per abbinarlo sono tanti e tutti diversi, potete trovare dei bellissimi tutorial su Youtube che vi spiegano passo passo come fare, io ho trovato 5 varianti molto carine per indossarlo e credo siano anche abbastanza facili da realizzare!

Fotogrammi Del video "4 modi per indossare un Turbante" di Camila Coelho su Youtube - Fonte: SuperVaidosa.com
Fotogrammi Del video "4 modi per indossare un Turbante" di Camila Coelho su Youtube – Fonte: SuperVaidosa.com

Il Pirata

Il primo modo è quello alla pirata, il più celebre per quanto riguarda lo stile hippie chic e un po’ selvaggio. Lo ricorderete sicuramente dal film Pirati ai Caraibi e crearlo è molto semplice, basta annodarlo dietro la testa e, per un tocco glam, lasciare la “coda” lunga. In spiaggia rallegrerà il vostro look!

Turbante Pirata - Fonte: app Silk Knots di Hèrmes
Turbante Pirata – Fonte: app Silk Knots di Hèrmes

Maxi Bandana

Il secondo modo è anch’esso molto semplice, io stessa lo utilizzo spesso! Si tratta della maxi bandana che è resa molto più chic se fatta con un pezzo di stoffa in seta coloratissima!

Turbante Maxi Bandana - Fonte: app Silk Knots di Hèrmes
Turbante Maxi Bandana – Fonte: app Silk Knots di Hèrmes

Il Vero Turbante

Il terzo modo è quello che più di tutti si è visto sulle passerelle e nelle foto di streetstyle ed è il vero modello “turbante”, basta incrociarlo sopra la fronte e poi annodarlo dietro, sulla nuca. È molto scenografico, ma io ho sempre qualche difficoltà a crearlo e farlo stare fermo, spero siate più fortunate di me!!

Turbante - Fonte: app Silk Knots di Hèrmes
Turbante – Fonte: app Silk Knots di Hèrmes

La Bandana Intrecciata

Salendo di difficoltà troviamo poi la bandana intrecciata che è veramente super chic e aiuta a raccogliere al meglio i capelli soprattutto quando c’è vento! Bisogna prima intrecciare il foulard, posizionarlo intorno alla testa e poi annodarlo sulla nuca, un po’ difficoltoso ma ne varrà la pena!

Turbante Bandana Intrecciata - Fonte: app Silk Knots di Hèrmes
Turbante Bandana Intrecciata – Fonte: app Silk Knots di Hèrmes

Turbante a Panino

Infine un piccolo vezzo per chi ha la fortuna di avere un bellissimo viso da poter mettere ben in risalto! Si tratta del turbante “a panino” che consiste nel farsi un piccolo cignon sopra la testa legandoi attrono un piccolo foulard! Che ne pensate? Di sicuro in questo modo i capelli non vi daranno fastidio e tutta l’attenzione sarà rivolta ai vostri occhioni! 🙂

Turbante a Panino - Fonte: app Silk Knots di Hèrmes
Turbante a Panino – Fonte: app Silk Knots di Hèrmes

di Carlotta Rubaltelli