14 febbraio: San Valentino? No, è il V-Day!!


1 su 3
, è la proporzione delle donne che nel mondo subiscono violenza, di qualsiasi natura essa sia.

Un miliardo, per dirla tutta… sapevo che il numero fosse elevato, ma non avrei mai immaginato si arrivasse a tanto.

A questo proposito 15 anni fa è nato V-Day, un movimento globale di attiviste che lavora per combattere la violenza su donne e bambine.
Sul calendario il V-Day è il 14 di febbraio, proprio il giorno di San Valentino, dove la “V” sta per Vittoria, per Valentino (protettore dell’amore e dell’amicizia) e per Vagina.

Logo ufficiale V-Day - logo dalla pagina ufficiale V-Day
Logo ufficiale V-Day – logo dalla pagina ufficiale V-Day

La vagina è il simbolo della forza e, allo stesso tempo, della debolezza di una donna, come racconta la fondatrice del movimento Eve Ensler, niente poco di meno che la famosissima scrittrice di I monologhi della vagina, ad oggi tradotto in 48 lingue e rappresentato a teatro in ben 140 paesi.

One Billion Rising - foto dalla pagina ufficiale V-Day
One Billion Rising – foto dalla pagina ufficiale V-Day

Ed è anche grazie a queste rappresentazioni che il movimento riesce a raccogliere fondi per sostenere le associazioni che operano in tutto il mondo o ad organizzare eventi e attività di sensibilizzazione sulla violenza di genere, ma non solo sugli uomini, ma anche sulle donne stesse, vittime e carnefici allo stesso tempo. Basti pensare alle pratiche di mutilazione genitale, operate da donne sulle donne, o ai casi di schiavitù sessuale, considerata “normale” anche dalle stesse donne che la subiscono.

One Billion Rising- foto dalla pagina ufficiale V-Day
One Billion Rising- foto dalla pagina ufficiale V-Day

Il V-Day sta crescendo rapidamente in tutto il mondo: un totale di 167 paesi in Europa, Asia, Africa, Caraibi e in tutto il Nord America. Oggi è in grado di distribuire fondi a più di 10.000 organizzazioni locali, nazionali ed internazionali.
Nel 2001 è stata nominata una della 100 migliori ONG dalla rivista Worth, nel 2006 una della 10 migliori ONG da Marie Claire e nel 2010 è stata nominata una delle migliori organizzazioni da GretNonPorfits. In 15 anni di attività V-Day ha raccolto più di 90 milioni di dollari raggiungendo più di 300 milioni di persone, mica male!!

One Billion Rising - foto dalla pagina ufficiale V-Day
One Billion Rising – foto dalla pagina ufficiale V-Day

Quest’anno per il quindicesimo anniversario del V-Day (questo giovedì 14 febbraio) è stato organizzato un vero e proprio flash mob.
L’evento centrale si chiama ONE BILLION RISING che indica il numero di donne che subiscono violenza nel mondo, ma in questo caso è il numero di persone richieste per insorgere contro la violenza.

Viene chiesto ad 1 miliardo di uomini e donne di tutto il mondo di riunirsi, ballare e urlare per dire “Stop” alla violenza.

Al sito ufficiale dell’iniziativa(onebillionrising) vi sono indicati tutti gli eventi che partecipano al progetto, ce ne sono centinaia in tutta Italia.
Tutte queste coreografie di gruppo verranno registrate e poi montate in un unico video mondiale, simbolo della giornata.

Partecipa anche tu, dobbiamo dire basta, mai più 1 su 3!!

One Billion Rising - foto dalla pagina ufficiale V-Day
One Billion Rising – foto dalla pagina ufficiale V-Day

di Carlotta Di Falco