1992, la serie su Tangentopoli arriverà in autunno

E’ previsto per il prossimo autunno il debutto della serie 1992 di Sky Cinema prodotta in collaborazione con La 7 e Wildside.
La serie racconterà in dieci episodi i fatti di Tangentopoli, a partire dal 17 febbraio 1992, giorno in cui Mario Chiesa venne arrestato e venne aperta “Mani pulite”, l’inchiesta che ha cambiato per sempre la nostra storia.

Tea Falco e Stefano Accorsi in 1992 - foto da ufficio stampa Sky
Tea Falco e Stefano Accorsi in 1992 – foto da ufficio stampa Sky

La serie si apre con la scena in cui Chiesa butta nel water i soldi delle tangenti, successivamente seguirà l’aspetto politico della vicenda, ma il reale focus è rappresentato dalle vite di 6 persone più o meno comuni che, in qualche modo, sono state sommerse dallo scandalo o si ritrovano a farci i conti. Il progetto è nato da un’idea di Stefano Accorsi, qui produttore creativo e interprete, con l’intenzione di raccontare un’Italia che, sconvolta da questi avvenimenti, si ritrova a dover cambiare il suo assetto politico (e non solo), ma senza sapere dove andare e quale linea seguire.

Stefano Accorsi in 1992 - foto da ufficio stampa Sky
Stefano Accorsi in 1992 – foto da ufficio stampa Sky

Ma andiamo ai personaggi:
Luca Pastore (Domenico Diele) è un agente di polizia giudiziaria, che lavora nel pool di Mani Pulite con Antonio Di Pietro interpretato da Antonio Gerardi.

Bibi Mainaghi (Tea Falco) è figlia di un imprenditore suicidatosi a causa delle indagini e si ritrova, molto giovane, a dover prendere in mano l’azienda di famiglia.

Pietro Bosco (Guido Caprino) è un giovane rugbysta reduce dalla Guerra del Golfo che viene eletto alla Camera per la Lega Nord. Pietro è inesperto, ma è disposto a tutto pur di scalare i palazzi del potere. Lungo il percorso conoscerà Veronica Castello (Miriam Leone), una soubrette in cerca del successo ed ex-amante di Michele Mainaghi(Tommaso Ragno), l’imprenditore suicida padre di Bibi. Il suo obiettivo è trovare un altro amante facoltoso e ben inserito politicamente che possa favorire il suo inserimento nel mondo dello spettacolo.

Infine abbiamo Leonardo Notte, ovvero Stefano Accorsi, un pubblicitario di successo che, ad un certo punto si troverà costretto a fare una scelta determinante, sotto le pressioni di un ricatto riguardante un omicidio che nel passato lo ha visto coinvolto.

Miriam Leone e Tommaso Ragno in 1992 - foto da ufficio stampa Sky
Miriam Leone e Tommaso Ragno in 1992 – foto da ufficio stampa Sky

Gli autori della serie (Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi, Stefano Sardo e Nicola Lusuardi) hanno saputo intrecciare sapientemente le vicende di personaggi (alcuni molto vicini alle indagini, mentre altri coinvolti solo di striscio) accomunati dal fatto di trovarsi di fronte ad un grande cambiamento storico.

Da italiana che ricorda bene quel difficile periodo del nostro Paese, non vedo l’ora di vederlo!!

di Carlotta Di Falco