5 motivi per cui non possiamo fare a meno di Matt Damon

 

È appena uscito nei cinema il film Sopravvissuto (The Martian) per la regia di Ridley Scott con protagonista Matt Damon, nei panni e tuta spaziale di Mark Watney, l’unico astronauta sopravvissuto a una missione su Marte. Tratto dal romanzo L’uomo di Marte di Andy Weir il film di Ridley Scott ha aperto per noi del #Damonteam un curioso paradosso cinematografico-temporale: se perso su Marte ci fosse proprio lui, Matt Damon, cosa succederebbe sulla Terra?

(from left) Matt Damon, Jessica Chastain, Sebastian Stan, Kate Mara, and Aksel Hennie portray the crewmembers of the fateful mission to Mars.
Una scena di Sopravvissuto – The Martian

Sareste pronte a un futuro cinematografico senza la star della saga dell’agente James Bourne? Rinuncereste al sorriso disarmante del genio ribelle Will Hunting o la passione per la vita del sensitivo di Hereafter?

Ecco cinque motivi per cui sulla Terra – e nei cinema – c’è bisogno di Matt Damon.

Trasformista conclamato

matt-damon-informant
Matt Damon in una scena di The Informant

Matt Damon ha dato prova di saper interpretare ruoli diversi, basti pensare al ruolo di The Informant in cui, ingrassato di oltre quindici chili, interpreta un goffo informatore della Cia. Niente di più lontano dal diciottenne sirenetto Scott Thorson che fa innamorare il pianista Liberace, interpretato da Michael Douglas, in Dietro i candelabri di Steven Sodenbergh.

Michel Douglas e Matt Damon in una scena di Dietro i candelabri
Michel Douglas e Matt Damon in una scena di Dietro i candelabri

In un’intervista Matt Damon ha raccontato che per superare l’empasse di baciare Michael Douglas sul set ha pensato di baciare la moglie Catherine Zeta Jones, confermandosi un campione di visualizzazione positiva. E sembrerebbero due persone diverse l’interprete di Dietro i candelabri e il cyborg dal fisico scolpito di Elysium. Un impiegato sovrappeso, un aspirante showman gay ed un uomo modificato in cyborg, tutti nella stessa – affascinante – persona.

Matt Damon in una scena di Elysium
Matt Damon in una scena di Elysium

Una penna da Oscar

Matt Damon e Ben Affleck vincitori del premio Oscar
Matt Damon e Ben Affleck vincitori del premio Oscar

Vorreste rinunciare alle capacità da sceneggiatore di Matt Damon? Premio Oscar per la migliore sceneggiatura originale nel 1998 per Will Hunting – Genio ribelle di Gus Van Sant, scritta a quattro mani con il compagno di esordi cinematografici, amico di sempre e vicino di casa Ben Affleck?

Imitatore dal talento naturale

È diventato un classico che diverte lo stesso Matthew McConaughey l’imitazione che Matt Damon sa fare dell’attore premio Oscar per Dallas Buyers Club. La facilità del bel Matthew di mettersi a petto nudo (n.d.r. shirtless) ha fornito a Matt Damon la battuta rappresentativa per imitare l’attore texano al Dave Letterman Show.

Adorabile buffone

mattdamon_drphil
Matt Damon al Jimmy Kimmel Show del 30/09

Travestito da Dr. Phil, psicologo ospite fisso del Jimmy Kimmel show, Matt Damon si è presentato in puntata con l’escamotage di comparire come ospite. C’è una leggenda tv al Jimmy Kimmel Show che va avanti da dodici anni: Matt Damon avrebbe sempre voluto partecipare, ma non è mai stato invitato ed è diventata proverbiale la battuta a fine show “Apologies to Matt Damon, we ran out of time.” (trad. “Ci scusiamo con Matt Damon, ma il tempo a nostra disposizione è terminato”). Dopo dodici anni di rimbalzi dal Jimmy Kimmel show, Matt Damon gioca alla terapia di coppia con il padrone di casa Jimmy Kimmel per risolvere i loro problemi.

Terra chiama Matt…

Se ancora non foste convinti della necessità di avere Matt Damon sulla Terra, eccovi il trailer originale in italiano di Sopravvissuto – The Martian, c’è tutto un pianeta da scoprire e si chiama Matt Damon.

di Ilaria Danesi