50 Sfumature di Nero: comicità, sesso e Mr. Grey nudo

Articolo scritto da Gabriella Giliberti
Mr. Grey e Anastasia
tornano sul grande schermo con un secondo capitolo della trilogia di E.L. James che vorrebbe essere un thriller ad alta tensione erotica ma si trasforma in una pellicola tutta sesso e paradosso. Nonostante il cambio della regia, che ha fatto ben sperare in un evoluzione per la storia, i personaggi e l’immagine, 50 Sfumature di Nero si conferma una trasposizione mal riuscita, priva di empatia, passione ed emozione. Ma cosa dobbiamo aspettarci? Questa volta il vero sottomesso ci appare Christian, totalmente distrutto dopo l’uscita di scena di Anastasia nel primo film (50 Sfumature di Grigio) e soggiogato dai terribili ricordi dell’infanzia.

L’affascinante Christian, circondato dai “suoi uomini”, non è una persona che si da per vinta, ed è pronto a tutto pur di riavere Anastasia con sé, perfino a rinunciare alla sua indole più animalesca (o quasi). Questa volta niente contratti, niente regole ma, soprattutto, niente segreti. E proprio quando le regole cadono, Anastasia, in continua lotta tra l’indipendenza femminile e la sottomissione sessuale, sembra totalmente risvegliarsi dal suo torpore d’innocenza verginale, sospinta anche dalla nuova vita da “donna in carriera” (con tanto di riferimenti cinematografici al classico con mamma Melanie Griffith).

Novità assoluta per queste 50 Sfumature di Nero è l’introduzione di una sottotrama thriller che vorrebbe tirar fuori le molte ombre del povero Christian e il desiderio di combattere per il proprio uomo di Ana. Il risultato finale? Una serie di scene più comiche che intriganti! La prima impressione che si ha da questo 50 Sfumature di Nero è un senso di confusione continuo. Un film privo di una storia vera e propria, per lo più composto da una serie di situazioni a caso che non portano i nostri protagonisti da nessuna parte, rendendoli privi di qualsiasi caratterizzazione e privando lo spettatore dell’empatia. Ma attenzione! Tra diversi contro, possiamo anche trovare alcuni pro decisamente interessanti per le fan più accanite della trilogia di E. L. James.

Più sesso per tutti!

Pro

Se era più sesso quello che vi aspettavate da questa pellicola, sicuramente sarete accontentate. Il film si apre con un esplicito cunilingus richiesto proprio da Anastasia con un sensuale “Baciami, Christian!” e continua con un paio di giochetti, sveltine e notti cariche di passione!

Contro

Ancora una volta però il sesso è molto meccanico. Una serie di scene, per lo più sparse lungo tutta la pellicola, prive di reale passione e coinvolgimento emotivo, e scollegate da tutta la storia del film.

Schermata 2017-02-09 alle 15.03.33
Molto più sesso in 50 sfumature di nero

L’audace e vogliosa Anastasia

Pro

Finalmente un’Anastasia molto più sveglia e audace. Senza delle regole, il lato più giocoso e perverso della ragazza si risveglia, facendo richieste esplicite del tipo: “Sculacciami!” e “Portami nella Stanza Rossa”.

Contro

Lo svolgimento di queste scene più audaci per Anastasia sfociano nel ridicolo, perdendo qualsiasi credibilità! Scene composte per lo più da sguardi languidi che potrebbero tranquillamente ricordare una puntata di Boris. I riferimenti al mondo BDSM sono, ancora una volta, inseriti in modo non corretto, ridicolizzando questa pratica fino allo sfinimento, riducendola ad altre tre sculacciate e un po’ di olio sul corpo nudo.

Schermata 2017-02-09 alle 15.04.36
Ruoli invertiti, ed Ana che diventa passionale.

Mr Grey finalmente a nudo!

Pro

Per le fan di Jamie Dornan c’è davvero tanto, tanto, tanto da vedere. Un Christian a perfetto agio senza i suoi completi eleganti e griffati. Un adone prestante dalla stanza da letto alla palestra. Glutei in bella mostra e addominali che scivolano fino al basso ventre dell’uomo. E c’è anche qualche secondo di nudo integrale! Un’ottima ragione per andare a vedere il film!

Contro

Jamie Dornan, se estrapolato dal contesto 50 Sfumature… è davvero un bravo attore. Se nel primo film vi è sembrato poco credibile, in questo secondo non è molto di più che un bel corpo da vedere. Il personaggio, la sua psicologia e caratterizzazione sono ridotti al nulla. Christian è un involucro in continuo movimento senza mai un vero scopo, una vera passione ed emozione a dominarlo. In questo film risulta perfino più insopportabile dell’espressione vuota di Dakota Johnson.

Finalmente Mr Grey come tutte avrebbero voluto vederlo!

Sceneggiatura e scenografia

Pro

La nuova regia di James Foley si fa sentire soprattutto per la composizione dell’immagine, decisamente più elegante, e per le scenografie usate. Il ballo in maschera è una sequenza da sogno, atmosfere da favola gotica. In fondo, tutte (confessiamolo) vorremmo indossare un meraviglioso vestito, coperte da una maschera e vivere una notte tra il mistero, il sesso e la seduzione.

Contro

La storia è inesistente. I personaggi, nuovi e vecchi, si muovono senza cognizione di causa, dominati da un caos interiore che ancora ci sfugge.

Nuovi personaggi ed attori

Pro

Eric Johnson. Abbiamo bisogno di dire altro?

Contro

Kim Basinger più che essere dominata dalla passione per Christian Grey, sembra essere dominata dalla passione per il botox. Bella Heatchcote non abbiamo capito ancora la sua funzione. Rita Ora… perché, c’era anche lei?

Schermata 2017-02-09 alle 15.05.34
Kim Basinger nel ruolo di Elena

In conclusione…

Sebbene l’intenzione del regista era quella di fare un thriller ad alta tensione erotica, il film si dimostra essere un buon prodotto di intrattenimento per chi ama comicità e paradosso. C’è perfino un risvolto alla Beautiful sul finale particolarmente interessante. La sensualità, l’erotismo, la sessualità e il BDSM sono cose assai diverse tra di loro e molto differenti rispetto a tutto quello che viene ritratto in 50 Sfumature di Nero. Se è questo che state cercando da questo film, il consiglio è quello di cercare altrove, ma se invece volete passare una serata al cinema all’insegna dei sorrisi, delle belle presenze di Jamie ed Eric, allora le carissime 50 Sfumature di Nero non potranno fare altro che regalarvi “forti” emozioni.

 

di Redazione