Anna Falchi dice basta: “Non sono una raccomandata”

 

Anna Falchi non ci sta e risponde per le rime a chi la accusa di essere una raccomandata, proprio adesso che la sua carriera sembra tornare nella giusta direzione. L’attrice è, infatti, impegnata con il fratello Sauro in una casa di produzione, la A-Movies Production: un lavoro che molti sostengono sia possibile grazie al sostegno del maritino, Andrea Ruggeri, responsabile di Forza Italia dei rapporti con le televisioni e nipote di Bruno Vespa.

Anna Falchi
Anna Falchi

Lei, che alle spalle ha un matrimonio con Stefano Ricucci, recentemente accusato dalla fidanzata di violenze, ironizza, dicendo:

Magari la raccomandazione fosse vera! Con tutti i problemi di lavoro che si hanno oggi, tra la crisi e il settore in difficoltà, sarebbe un lusso avere un’agevolazione. Che però, ribadisco, non esiste. Tutti sanno che sono uno spirito libero, non ho mai fatto parte del giro dei potenti. Io ho un fratello che cura i miei interessi, lavoro con lui, gli voglio bene, mi fido e sono felice. Ho fatto una scelta, devo sentirmi libera di lavorare ai miei progetti“.

Poi aggiunge:

Parlano i fatti. Io e mio fratello Sauro abbiamo una società nostra e siamo indipendenti da tutto e da tutti, tra mille difficoltà. In realtà, ho riso sopra a quest’accusa. Su un giornale ho visto un titolo assurdo che neanche corrispondeva a ciò che c’era scritto nell’articolo. Ma in generale, io e il mio compagno abbiamo sorriso. Non c’è proprio nulla di vero, anzi, sembrava una barzelletta“.

E poi ha sottolineato:

Abbiamo provato col cinema, ma c’è crisi, quindi ora siamo concentrati sulla tv. Abbiamo di recente avuto un ‘no’ da Mediaset, a cui avevamo proposto un progetto. Se fossi stata raccomandata, starei già lavorando, invece non mollo e mi guardo in giro. Attualmente abbiamo un talent che si svolgerà in Romagna, la mia terra, e poi tanto altro“.

Fonte foto: Wikimedia e AnnaFalchi.it

di Redazione