Blogger d'Italia: tutte a Perugia per il Festival del Giornalismo!

Logo del #ijf13 - dalla cartella stampa ufficiale del festival
Logo del #ijf13 – dalla cartella stampa ufficiale del festival

Dal 24 al 28 aprile a Perugia si terrà la VII edizione del Festival Internazionale del Giornalismo, un appuntamento unico nel suo genere perché sempre più aperto verso le nuove forme del mestiere che con il digitale ha fatto ognuno di noi portatore di informazioni e di piccole verità.

È inutile nascondersi dietro a un dito, è un momento difficile e forse mai come in questo periodo il giornalismo tradizionale comincia pesantemente ad arrancare e sul terreno del digitale non ha ancora saputo trovare una via di uscita alla crisi economica e un’alternativa davvero valida e di profitto al calo delle entrate derivanti da inserzioni e vendite.

Manifesto #ijf13 - dalla cartella stampa ufficiale del festival
Manifesto #ijf13 – dalla cartella stampa ufficiale del festival

Il declino degli introiti pubblicitari sulle testate tradizionali e l’influenza della congiuntura economica
hanno finito infatti per diventare un mix letale per un intero settore ancora incapace di trovare
un’opzione in grado di sostenere iniziative editoriali che resistano nonostante l’eccessiva offerta che non ha fatto altro che rendere sempre meno nitidi i contorni della professionalità e di una adeguata
retribuzione.

In passato il ruolo del giornale e del giornalista, unico depositario dell’informazione, era fondamentale, i lettori erano passivi e dediti, oggi chiunque può dire la sua, chiunque può essere testimone o detentore di una realtà e, in quanto tale, portatore di verità. Con l’era del digitale tutti abbiamo avuto il nostro piccolo spazio per esprimerci, con il risultato di una totale disaffezione nei confronti delle produzioni
giornalistiche tradizionali, considerate sempre meno autorevoli.

Quindi, da una parte un passato glorioso che non è più in grado di riproporsi e dall’altro un presente
governato dall’incertezza sul futuro della professione, sull’inesorabile mutazione dei contenuti orientati sempre più al mobile, dove a farla da padrone sono Google e Facebook che detengono da soli quasi il 70% delle entrate pubblicitarie.

Foto delle passate edizioni - a cura di Paola Sarappa, da flickr del festival
Foto delle passate edizioni – a cura di Paola Sarappa, da flickr del festival

Il Festival Internazionale del Giornalismo sarà quindi un momento di
scambio e dibattito sullo scenario attuale, un punto sulla situazione in questo passaggio decisivo.

Cinque giorni intensissimi tra keynote speech, incontri-dibattito, tavole rotonde, interviste, presentazioni di libri, workshop, proiezioni di documentari, concorsi, premiazioni e mostre, e come sempre protagonisti della manifestazione giornalisti da tutto il mondo per un totale di più di 200 eventi con oltre 400 speaker a ingresso libero e aperto a tutti.

Foto delle passate edizioni - a cura di Pietro Viti, da flickr del festival
Foto delle passate edizioni – a cura di Pietro Viti, da flickr del festival

Di fatto, il Festival porta avanti il motto ‘No paywall here!’ proprio per comunicare questa caratteristica che rende unica la manifestazione, considerando che altri eventi internazionali, organizzati con speaker di alto profilo, prevedono sempre un registration fee anche abbastanza elevato e per molte persone inaccessibile.

L’hashtag ufficiale della manifestazione è #ijf13, seguitelo!!

Foto delle passate edizioni - The Teatro Morlacchi, da flickr del festival
Foto delle passate edizioni – The Teatro Morlacchi, da flickr del festival

di Carlotta Di Falco