Botox no grazie! Le star che non cedono alla chirurgia estetica

Pochi giorni fa ho rivisto per caso la commedia Ancora Tu! del 2010, diretta da Andy Fickman, in cui Sigourney Weaver e Jamie Lee Curtis interpretano due amiche/nemiche che si conoscono dai tempi del liceo, e stanno per diventare parenti per un matrimonio imminente. Il primo pensiero è stato sull’aspetto di queste due attrici che, da diverso tempo nella fascia 50-70 anni, sono in una forma smagliante naturale, lontano dagli effetti della chirurgia estetica che, sempre più spesso, seduce le star di Hollywood che superano i 40. Recentemente abbiamo ammirato la bellezza di alcune attrici nel calendario Pirelli 2017, con le foto realizzate da Peter Lindbergh che rifiutano le modifiche di Photoshop e altri supporti, per valorizzare una bellezza più autentica e naturale, spesso rinnegata dalle celebrità e non solo.

Nicole Kidman, Helen Mirren, Uma Thurman e Julianne Moore sono solo alcune delle star che hanno partecipato a questo servizio fotografico in bianco e nero anti-convenzionale, che vuole gridare al mondo che la bellezza non è sinonimo di perfezione, ma di fascino, sensualità e personalità, risultato anche di un particolare difetto. Pertanto l’arte deve rendere omaggio al tempo, valorizzando le rughe e i segni dell’età che arricchiscono un volto, celebrando semplicemente la vita e l’esperienza. Ricordate la decomposizione graduale ed inquietante di Meryl Streep e Goldie Hawn nel film La Morte ti fa Bella? Avete notato la caduta di Meg Ryan dopo la sua brutale decisione di rifarsi le labbra e altri aggiustamenti, che hanno distrutto per sempre la figura della “fidanzatina d’America” acqua e sapone che aveva decretato il suo successo?

Prendendo spunto da tutto questo, ho voluto ricordarvi quali sono le attrici del grande schermo che, fino ad oggi non hanno ceduto ai numerosi interventi estetici per migliorare il loro aspetto e fuggire l’avanzare del tempo, ma hanno accettato loro stesse per quelle che sono, diventando anche più affascinanti di prima.

Jamie Lee Curtis e Sigourney Weaver alla premiere del film Ancora Tu!
Jamie Lee Curtis e Sigourney Weaver alla premiere del film Ancora Tu!

L’invecchiamento è l’evoluzione umana nella sua forma più pura

Julianne Moore, la donna dai capelli rossi ha da poco festeggiato i suoi 56 anni, crede fermamente nella bellezza naturale e nell’accettazione dell’ invecchiamento. “L’età è la durata della vita, un viaggio che intraprendiamo” ha sottolineato la Moore che abbiamo ammirato recentemente in Freeheld, Hunger Games e Still Alice, film che le ha fatto vincere l’Oscar come migliore attrice protagonista. Jamie Lee Curtis, al momento impegnata nella serie tv Scream Queens, ha debuttato sul grande schermo nel 1978 con l’horror Halloween, ma se andate a rivedere quel film oggi potete notare che l’attrice non è cambiata molto, mantenendo sempre un taglio molto corto di capelli e un fisico asciutto e atletico. Forse a sottolineare che basta prendersi cura di se stessi con l’attività fisica, una buona alimentazione e pochi vizi, per mantenere il proprio corpo giovane. “L’invecchiamento è l’evoluzione umana nella sua forma più pura. La morte, le tasse e l’invecchiamento… Stiamo tutti andando avanti con l’ età e si tratta solo di una transizione” ha scritto sul suo blog.

Julia Roberts
Julia Roberts

Un po’ di botox fa la differenza?

Difficile credere che l’attrice nominata per ben 11 volte nella lista della rivista People delle “50 persone più belle del mondo” abbia pensato una volta che fosse necessario un po’ di Botox. “Non è stata per niente una buona idea” ha poi riferito Julia Roberts, disturbata dall’effetto del viso gelato e paralizzato in seguito al procedimento. “Mi sono pentita e ho pensato che ho tre figli che dovrebbero conoscere l’emozione che si prova ad essere semplicemente se stessi” ha aggiunto, confermando la naturalezza del suo aspetto ormai da molti anni, che, posso assicurarvi, si nota anche incontrandola dal vivo.

La bellezza messicana Salma Hayek ha combattuto contro il fascino del Botox. “Fidatevi di me, sono stata tentata ma resisto!” ha detto l’attrice in qualche occasione pubblica. “Pensate a ciò che accade ai muscoli e alla pelle, che non si muove per qualche giorno. Tutto si atrofizza! In più, se si blocca un muscolo in faccia, gli altri muscoli devono compensare. Una volta ci si ferma, che cosa sembri?” ha notato, abbandonando l’idea di qualsiasi altro eventuale intervento di chirurgia estetica, partendo dal botox che forse è il metodo meno invasivo per cominciare ad entrare in quel mondo di cambiamenti e “benevoli mutilazioni”.

Per Sigourney Weaver, tre volte candidata all’Oscar, fissare il volto di un assassino come Alien non è così spaventoso come il Botox. “Trovo quello sguardo orribile” ha detto una volta in un’intervista. “Mi piace invecchiare. Non c’è niente di più stimolante per me che una donna di 70 anni piena di vita e ancora utile. Non ho mai notato l’età in faccia alla gente. Mi basta guardare tutta la persona.” ha aggiunto, fiera del suo aspetto all’età di 68 anni. E dobbiamo dire che non ha tutti i torti.

Emma Thompson
Emma Thompson

Non serve il lifting per sentirsi bene con se stessi

Alcuni anni fa l’attrice inglese Emma Thompson e la sua amica e connazionale premio Oscar, Kate Winslet, hanno creato The British Anti-Cosmetic Surgery League sottoscrivendo un patto: non cedere alla chirurgia plastica o ai trattamenti del Botox. “Non è una cosa normale da fare”  ha detto la Thompson, aggiungendo “la cultura che abbiamo creato oggi dice che è normale, ma non lo è”!

“C’è sempre un momento spaventoso quando il tuo volto comincia a cambiare, e si desidera ricorrere alla chirurgia plastica. Ma se si riesce ad andare oltre il cambiamento, poi ci si rende conto di essere solo cresciuti fino ad avere un volto solo più vecchio, ma non è un male” ha detto l’attrice francese Charlotte Rampling in un’intervista nel 2012, e ancora oggi possiamo ammirarla al cinema nel suo aspetto affascinante e assolutamente naturale e non artificioso.

Diane Keaton
Diane Keaton

Lo stesso si può dire della stupenda Diane Keaton che, fin dai tempi dei primi film di Woody Allen, ha sempre conquistato il pubblico con l’eleganza della semplicità e la capacità di far sorridere con ironia e sensualità intellettuale. “Non so se voglio pasticciare con la chirurgia estetica” ha detto all’inizio dello scorso anno in un’intervista. “Il punto è che non importa quello che fai, perchè stai diventando sempre più anziana e non sarai qui per sempre. E come si può affrontare questo? Sentendoti bene con te stesso” ha dichiarato l’attrice che non ha mai abbandonato i riflettori, ma è sempre una bella donna che si è adattata al tempo interpretando ruoli in linea con la sua età, senza rendersi ridicola.

Anche perchè occorre sottolineare che, per un’attrice, la cosa più grave è perdere la propria espressività e la chirurgia estetica incide inevitabilmente sull’identità di un volto, trasformando un sorriso, un pianto, una gioia o un dolore per sempre. Tante carriere sono finite bruscamente per una scelta sbagliata di un’operazione estetica non necessaria, e viene da chiedersi: “Ne valeva davvero la pena?”

 

di Letizia Rogolino