Bradley Cooper è un figo: 5 buone ragioni per credermi

Il 2015 sarà l’anno di consacrazione al cinema di Bradley Cooper, me lo sento.
Negli ultimi quattro anni non ha sbagliato un colpo con l’esordio folgorante di Limitless (2011), la nomination all’Oscar per Il lato positivo (2012) ed American Hustle (2013) ed il recente Una folle passione (2014), nuovi successi al cinema sono all’orizzonte.

american-sniper-bradley-cooper2_jpg_1400x0_q85
Cooper in American Sniper

Attualmente sugli schermi con American Sniper di Clint Eastwood nei panni di un cecchino navy seal, questa promessa – vinta – di Hollywood ha appena compiuto quaranta anni lo scorso 5 gennaio in gran forma.
Non è solo il sorriso smagliante e lo sguardo cristallino di Bradley Cooper a farcelo adorare, affascinante ma non bello nel senso classico del termine è certo dotato di abbondante carisma che vi vado a declinare in 5 differenti aspetti.

L’uomo giusto nel posto giusto al momento giusto

Ellen DeGeneres shows actors, front row from left, Jared Leto, Jennifer Lawrence, Meryl Streep, Ellen DeGeneres, Bradley Cooper, Peter Nyongío Jr.  Channing Tatum, Julia Roberts, Kevin Spacey, Brad Pitt, Lupita Nyongío, Angelina Jolie
Oscar selfie

Certe volte più che mai è importante esserci, a prescindere dalle motivazioni o dai risultati. Bradley Cooper non ha vinto l’Oscar ma alla premiazione degli Academy Awards 2014 è suo il faccione in primo piano nel selfie più famoso, twittato, postato, condiviso del 2014.
Bradley Cooper, nominato come miglior attore protagonista per Il lato positivo sapeva che era giusto esserci e festeggiare, anche senza aver vinto la statuetta.
Come dice il saggio, “Been there, done it, bought the t-shirt”.

Credibilità nonostante improponibili capigliature

american-hustle-character-poster-per-bradley-cooper-287658_jpg_1400x0_q85
Bradley Cooper in American Hustle

Anche con la permanente di mia nonna riesce ad essere credibile ed affascinante nei panni dell’agente Fbi italoamericano Richie di Maso in American Hustle di David O. Russell, o in quelli del criminale Alex Dimitri in Hit and Run (2012) con dei petardi semi esplosi ossigenati in testa.

hit-run-bradley-cooper-nel-film-249890_jpg_1400x0_q85
Bradley Cooper in Hit and Run

Bello dentro

guardians_of_the_galaxy_fbe0330_comp_v1881023_jpg_1400x0_q85
Rocket Racoon

Non è da tutti saper interpretare un procione di montagna, per giunta ubriaco ed armato di fucile laser (il procione). Bradley Cooper è la voce, le espressioni e le movenze del Rocket Racoon di Guardiani della galassia (2014), creato digitalmente ed animato prendendo ispirazione dalle espressive smorfie di Bradley.

Tutto casa, set e fidanzata

rs_634x1024-140418162656-634bradley-cooper-suki-waterhouse-parisls41814
Bradley Cooper e la fidanzata Suki Waterhouse

Ecco una star che si è lasciato alle spalle la vita del rubacuori di Hollywood. In ogni intervista Bradley Cooper non perde occasione di parlare dell’attuale fidanzata Suki Waterhouse, dell’idea di avere dei figli o restare sposato tutta la vita come i suoi genitori, insomma un uomo d’altri tempi che non si tira indietro di fronte ad un impegno serio.

mamma
Bradley Cooper con la madre

Fino al 2013 dichiarava di vivere ancora con la madre, non è forse adorabile?
Suki Waterhouse, andrai in giro con un foglio di alluminio per alimenti al posto della gonna ma resti comunque una donna fortunata.

Più figo di una vera rockstar

Se non foste ancora convinti della coolness di quest’uomo gustatevelo in versione teenager che fa air guitar con un professionismo sconcertante, in perfetto sync con l’assolo di chitarra di Down by the river di Neil Young in questa performance ospite al Jimmy Fallon show.
Il pubblico dello studio è in delirio, e voi?

di Ilaria Danesi