Bromance e cinema: 5 film che ti fanno capire l'amicizia tra uomini

Will Ferrell e John C. Rilley in Fratellastri a 40 anni - foto Movieplayer.it
Will Ferrell e John C. Rilley in Fratellastri a 40 anni – foto Movieplayer.it

Bromance, fusione di brother (fratello, amico) e romance (relazione affettuosa) è un genere di commedia che racconta di grandi amicizie e cameratismo tra uomini etero, senza alcuna implicazione omosessuale. Molto in voga in America nell’ultimo decennio al cinema e nelle serie tv il bromance però non è un’invenzione recente, come primo bromance del cinema viene infatti riconosciuto Butch Cassidy del 1969 con Paul Newman e Robert Redford, interpreti dei due celebri banditi diventati inseperabili compagni di dis-avventura.
I film bromance raccontano storie per lo più leggere e divertenti, anche se capaci di trasmettere comunque il valore dell’amicizia e della condivisione delle emozioni tra uomini. Ecco un sunto di bromance a base cinema con 5 titoli cult e coadiuvanti gif animate.

Paul Rudd e Jason Segel in I love you man - foto Movieplayer.it
Paul Rudd e Jason Segel in I love you man – foto Movieplayer.it

2 Single a nozze (Wedding Crashers – 2005) con i bromantic – grandi amici anche fuori dal set – Owen Wilson e Vince Vaughn nei panni di John e Jeremy, scapoli impenitenti che si intrufolano ai matrimoni per provarci con le invitate. Il loro è un sodalizio rodato, un’intesa che in anni di scappatelle e bugie è arrivata quasi alla perfezione, se non che John finirà per capitolare con l’invitata Claire. L’amicizia però, come cantavo la Spice Girls negli anni ’90, non finisce mai.

Vince Vaughn e Owen Wilson via Gifwave.com
Vince Vaughn e Owen Wilson via Gifwave.com

Fratellastri a 40 anni (Step brothers – 2008) è la storia di due adulti bamboccioni, Brennan (Will Ferrell) e Dale (John C. Reilly), che diventano fratellastri quando la madre di Darren decide di sposare il padre di Dale, andando a vivere tutti insieme. Dopo un iniziale scontro tra i due, degno di due bambini di fronte ad un unica coppa di gelato, Brennan e Dale scoprono un’affinità oltre misura, nella loro buffa immaturità.

Will Ferrell in Fratellastri a 40 anni - via boards.collectors-society.com
Will Ferrell in Fratellastri a 40 anni – via boards.collectors-society.com

I love you man (2009) è la storia di Peter (Paul Rudd ), agente immobiliare prossimo alle nozze che si rende conto di non avere nessun vero amico, tanto meno degno di fargli da testimone nuziale. Conoscerà l’eccentrico Sydney (Jason Segel), capace di sconvolgergli la vita con la sua inconsueta ma sincera amicizia.

Jason Segel in I love you man via Perezhilton.com
Jason Segel in I love you man via Perezhilton.com

Tre uomini e una pecora (A few best men – 2011) Dave (Xavier Samuel), Tom (Kris Marshall), Graham (Kevin Bishop) e Luke (Tim Draxl) sono un quartetto di amici irrequieti, inseparabili nelle goliardate, nel fare baldoria e nel vivere come se non ci fosse un domani. Quando Dave trova l’anima gemella e decide di sposarsi vuole i suoi tre amici come testimoni di nozze. In un crescendo di incidenti, gaffe e situazioni grottesche – in cui è complice una pecora da competizione – i tre amici cercheranno in ogni modo di rimediare ai loro danni per rendere perfetto il matrimonio dell’amico.

Tre uomini e una pecora via ohnotheydidnt.livejournal.com
Tre uomini e una pecora via ohnotheydidnt.livejournal.com

Gli stagisti (The internship – 2013) ancora Owen Wilson e Vince Vaughn, questa volta nei panni di Nick e Billy, due esperti agenti di vendita, amici da anni che perdono il posto nella ditta per cui entrambi lavorano. Insieme si faranno coraggio, ascoltando Ironic di Alanis Morrisette (i bromantic non temono la “musica da ragazze”) sostenendosi nella ricerca di un nuovo lavoro, partendo da un tirocinio in una piccola società californiana di nome Google…

Owen Wilson e Vince Vaughn in Gli stagisti - via niusnews.com
Owen Wilson e Vince Vaughn in Gli stagisti – via niusnews.com

Allora, il genere bromance vi ha incuriosito? In Italia non ha attecchito particolarmente, forse il cameratismo e l’intimità maschile sono visti come un attentato al machismo latino?

di Ilaria Danesi