Cannes vs Oscar: glamour cinematografico a confronto

 

Il 13 Maggio si aprirà la 68° edizione del Festival di Cannes con Nanni Moretti, Paolo Sorrentino e Matteo Garrone in concorso: non accadeva da più di vent’anni che tre titoli italiani corressero per la Palma d’Oro. Un’edizione davvero speciale per l’Italia!
Ma cosa rende la Croisette un luogo speciale e super glamour? E soprattutto: quali sono le differenze con l’evento cinematografico più famoso del mondo, ovvero gli Oscar?

La piattaforma di moda internazionale, STYLIGHT, le ha evidenziate in una simpatica infografica.

1.-Oscar-vs-Palma

Da un lato c’è il famoso quanto ambito cavaliere consegnato come riconoscimento agli Oscar: è fatto di una lega chiamata britannium, ricoperta d’oro. Dall’altro lato c’è la Palma d’Oro (24 carati) il cui design è stato rivisitato dal gioielliere svizzero Chopard nel 1997.

2-Hollywood-vs-Croisette

Mentre l’Academy si concentra prevalentemente sui grandi film hollywoodiani, premiando di solito i film stranieri in una categoria ben precisa, la giuria di Cannes paga tributo sia a film statunitensi che europei. Tra gli altri: L’albero della vita, con Brad Pitt come protagonista, Amour di Michael Haneke, con Javier Bardem come interprete principale o il controverso film francese La vita di Adele.

3.-Red-carpet-vs-Scalinata

La cerimonia degli Oscar è universalmente celebre per il suo tappeto rosso. Nel caso di Cannes quest’ultimo costringe gli ospiti a confrontarsi con una piccola sfida in più. Il tappeto viene infatti srotolato a ricoprire i 24 scalini che conducono al Palais dove si svolge la cerimonia. Missione: arrivare in cima senza vacillare sui tacchi!

4.-Budapest-hotel-vs-Hotel-Martinez

Due hotel a confronto: uno fittizio e l’altro reale. Grand Budapest Hotel è stato uno dei film più amati e premiati del 2014. Il Grand Hyatt Cannes Hotel Martinez è uno dei centri nevralgici della Cannes festivaliera. Tarantino, Woody Allen e Eva Longoria sono infatti habituè. Shia LaBeouf e Jessica Chastain hanno probabilmente approfittato della piscina durante la loro permanenza e Steven Spielberg, nel 2013, è stato coccolato dallo chef Christian Sinicropi, con antipasti ispirati al film Lo squalo.

5.-Tiffany-vs.-Chopard

Chi non ricorda la collana di turchesi di Tiffany & Co. indossata da Cate Blanchett agli scorsi Academy Awards? Chopard, d’altro canto, è sponsor ufficiale del festival da anni e conferisce quel tocco in più a celebrity come Marion Cotillard o Jennifer Lawrence.

6.-Selfie-si-Vs-Selfie-no

Mentre agli Oscar il selfie condiviso da Ellen DeGeneres ha fatto storia e battuto ogni record su Twitter, il festival di Cannes ha deciso di proibire la pratica sul tappeto rosso! I selfie rallentano l’organizzazione e il direttore del festival li trova “ridicoli e grotteschi”.

7.-Brangelina-Vs-Marillaume

Brad e Angelina sono stati avvistati diverse volte anche a Cannes, ma il festival ha anche un’altra coppia che non perde occasione di calcare il lungomare della Croisette: i talentuosi Marion Cotillard e Guillaume Canet.

8.-La-grande-bellezza-vs.-La-giovinezza

Paolo Sorrentino è spesso a Cannes: ha ricevuto il premio della Giuria per Il Divo nel 2008 e ha presieduto la giuria della sezione Un certain regard nel 2009. Premiato dalla giuria ecumenica anche This must be the place nel 2011. Quasi tutti i suoi film sono entrati nella competizione ufficiale, incluso La grande bellezza nel 2013. La Palma d’Oro per quest’ultimo non è arrivata; il film ha tuttavia trionfato agli Oscar nel 2014 come miglior pellicola straniera. Chissà se a Cannes il regista vedrà ricompensata la sua ultima fatica quest’anno? Il titolo del film è La giovinezza.

9.-Adele-Vs-La-vita-di-Adele

La cantante Adele ha stregato la platea con la sua interpretazione di Skyfall nel corso della cerimonia degli Oscar del 2013. Nello stesso anno un’altra Adele ha invece incantato la giuria di Cannes: quella protagonista del film La vita di Adele, al fianco di Emma, riconoscibile per i capelli blu cielo. Premiato nel 2013 con la Palma d’Oro, il film racconta della storia d’amore tra le due giovani donne.

10.-La-ciociara-Vs-La-ciociara

Sophia Loren è stata premiata sia agli Oscar che a Cannes per la drammatica ed intensa interpretazione di Cesira ne La ciociara di Vittorio De Sica, film del 1960. Fu il primo premio assegnato dall’Academy ad un’attrice che recitava in un film in lingua straniera.

11.-Leo-dicaprio-vs-Leo-dicaprio

E’ noto ai più il fatto che Leonardo DiCaprio sia stato finora trascurato dall’Academy. Non si è mai aggiudicato la statuetta, nonostante le nomination, le performance encomiabili e le collaborazioni con i più grandi registi di tutti i tempi (Scorsese e Tarantino, ad esempio). Leo non ha ricevuto riconoscimenti ufficiali nemmeno a Cannes, ma ciò non gli ha impedito di visitare il festival in occasione della presentazione de Il Grande Gatsby nel 2013.

12.-Neil-Patrick-Harris-Vs-Sacha-Baron-Cohen

Entrambi gli eventi hanno avuto momenti esilaranti ed entrambi i protagonisti di questi momenti hanno in comune il fatto di avere ben poco addosso. Neil Patrick Harris è apparso sul palco del Dolby Theatre in mutande, per parodiare una scena del pluripremiato Birdman. Nel 2006 il comico britannico Sacha Baron Cohen si è invece presentato a Cannes nei panni di Borat, completo di tutina fluorescente decisamente minimale, per promuovere l’uscita sul grande schermo del film che lo vede protagonista.

13.-Woody-vs-Pedro

Woody frequenta Cannes, ma detiene un record agli Oscar. Infatti è stato nominato per la categoria dedicata alla migliore sceneggiatura ben 16 volte (e 3 delle 5 statuette che ha portato a casa, sono premi per questa categoria). Le vittorie di Pedro agli Oscar hanno fatto sensazione, ma ha ricevuto premi anche a Cannes, tra cui quello per la regia di Tutto su mia madre e per la sceneggiatura di Volver. Nel 2006, inoltre, è stato il cast corale di Volver nell’insieme ad essere premiato per la migliore interpretazione femminile: un omaggio alle magistrali interpretazioni e ai suoi noti personaggi femminili.

14.-Audrey-Hepburn-Vs-AudreyTatou

 

Difficile parlare degli Oscar e non citare Audrey Hepburn, premiata dall’Academy, icona di stile senza tempo ed eterna musa di Hubert De Givenchy. C’è però un’altra Audrey in Francia che ha stile da vendere: la Tatou. Resa celebre dal ruolo di Amélie Poulain, è stata scelta come testimonial, tra gli altri, da Chanel.

di Eliana Avolio