Carrellata sui film della settimana: scegli il tuo preferito!!

Venuto al mondo

Venuto al mondo
Venuto al mondo

È senza dubbio il pezzo forte della settimana.

Il film è diretto da Castellitto e si basa sul romanzo di sua moglie, Margaret Mazzantini.

Protagonista è Penelope Cruz, che veste i panni di Gemma, donna addolorata per la sua sterilità ma innamorata del marito fotografo (Emile Hirsch), che segue a Sarajevo, prima e durante l’assedio, da cui fuggirà sotto i bombardamenti con in braccio un bambino voluto a tutti i costi.
La Cruz, a proposito del suo personaggio, ha affermato: “Fare questo film e raccontare il viaggio di questa donna era una necessità per me: non capita molte volte, ma il personaggio di Gemma per me era diventato un’ossessione. Ho girato il film dopo essere diventata madre e solo così ho potuto capire in maniera profonda quello che a lei mancava, quel desiderio, quell’ossessione”.

Determinante anche la dichiarazione di Castellitto: “Questo film è stata un’avventura umana, non solo un’esperienza professionale. Sarajevo è ancora una città ferita, in cui vittime e carnefici oggi forse passeggiano insieme, dove tutto è ancora acceso: io volevo raccontare l’opposto dell’orrore, che è l’amore”.

Dopo l’esperienza di Non ti muovere, posso ammettere con sicurezza che non ci si sbaglia, parliamo di un filmone, non fatevelo scappare!!

La Ballata dell’odio e dell’amore

La Ballata dell'odio e dell'amore
La Ballata dell'odio e dell'amore

Siamo nella Spagna del 1937 in piena guerra civile. Durante uno spettacolo circense, i due pagliacci in scena vengono arruolati a combattere nell’esercito repubblicano. Uno di loro viene arrestato e costretto a lavorare per lo stato.
Il giovane figlio Javier organizza un attentato per vendicarsi dei soprusi subiti ma, nello scoppio, muore anche il padre. Da grande, in una Spagna ancora comandata dal dittatore Franco, viene assunto come Pagliaccio Triste in un circo, dove incontra Sergio, il suo alter ego sorridente, con il quale dovrà dividere il palco e l’amore per l’acrobata Natalia.

C’è chi lo definisce un capolavoro e chi lo ritiene semplicemente trash oltremisura… a voi l’ardua sentenza!!


Red Lights

Red Lights
Red Lights

La dottoressa Margaret Matheson (Sigourney Weaver) e il suo collaboratore, Tom Buckley (Cillian Murphy) sono i più famosi investigatori di fenomeni paranormali e cercano di mettere in dubbio la reputazione di un potente e misterioso sensitivo (Robert De Niro).
I due hanno smascherato decine di falsi lettori del pensiero, di cacciatori di fantasmi e di guaritori, ma il sensitivo non vedente Simon Silver non è come gli altri. Quando riappare dopo un’assenza di 30 anni, Matheson, sua impavida avversaria di un tempo, ha paura e consiglia a Buckley di farsi da parte. Buckley invece è deciso a smascherare Silver: un buon ritorno per De Niro!!

Vicini del terzo tipo

Vicini del terzo tipo
Vicini del terzo tipo

È un film comico sugli alieni diretto da Akiva Schaffer, regista del famoso spettacolo comico Saturday Night Live, che vede come protagonista principale Ben Stiller, bravissimo nei ruoli comici, e altri 3 nomi noti del genere come Vince Vaughn, Jonah Hill e Richard Ayoade… leggerissimo!!


Argo

Argo
Argo

Diretto ed interpretato da Ben Affleck, il film narra fatti realmente accaduti a Teheran durante la rivoluzione iraniana del 1979, concentrandosi sul cosiddetto Canadian Caper, ovvero l’operazione segreta congiunta tra Stati Uniti e Canada per riportare a casa 6 ostaggi americani rimasti bloccati nella residenza dell’ambasciatore canadese.
L’operazione in questione era talmente rischiosa ed assurda da sembrare la sceneggiatura di un film, interessante, se non altro, per conoscere meglio i fatti.


Un milione di giorni

Un milione di giorni
Un milione di giorni

La storia di quattro donne in Sicilia, protagoniste di un momento cruciale nelle loro rispettive esistenze congiunte indissolubilmente a quella del proprio uomo e legate a quella delle altre protagoniste da un oggetto che passerà di mano in mano, attraverso i secoli: un anello.

Il film è stato dichiarato di interesse culturale dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali, in effetti gli va riconosciuta una certa originalità.


Code Name: Geronimo

Code Name: Geronimo
Code Name: Geronimo

Era il 2 maggio 2011, quando tutto il globo viene raggiunto dalla notizia della morte di Osama Bin Laden trasmessa da un quasi eccitato Barack Obama.

Ora, ad un anno e mezzo da quell’evento, un film entra nel raid che portò all’uccisione del capo di Al-Qaida e nella sua preparazione, chissà che non si riesca a carpire qualcosa di più veritiero e coerente di quello che ci hanno raccontato.

Paris-Manhattan

Paris-Manhattan
Paris-Manhattan

Una farmacista cinefila che per guarire i suoi clienti “somministra” film?
Magari conoscessi una così, be’ lei è la protagonista di Paris-Manhattan il film d’esordio di Sophie Lellouche che ha scelto di raccontare la storia di Alice (Alice Taglioni), una bella farmacista che fugge dall’idea di trovare un fidanzato e si rifugia in Woody Allen, suo mito che puntualmente interpella per avere le risposte alle innumerevoli domande che si pone.
Sarà Victor (Patrick Bruel) l’unico che riuscirà a mettere in discussione i suoi principi e a farle schiudere il guscio in cui si è rifugiata.

Una curiosità? Pare che la locandina originale del film, con Alice che stringe una foto del suo regista preferito, ha costituito un deterrente su certi mercati, dove riferirsi a Woody viene considerato troppo intellettuale e poco commerciale.
Di fatto in Russia, in Polonia e in Australia l’immagine di Woody pensante è stata eliminata dal manifesto.


La nave dolce

La nave dolce
La nave dolce

La Nave Dolce è un documentario di Daniele Vicari e racconta la traversata e l’arrivo in Italia del mercantile Vlora, che l’8 agosto 1991 attraccò sulle coste pugliesi carica di più di ventimila albanesi, in fuga dalla loro terra e in cerca di un posto migliore in cui vivere e lavorare, dopo il crollo del regime comunista di Hoxha, avvenuto sulla scia della caduta del Muro di Berlino e del disfacimento dei governi filosovietici dell’est Europa a cavallo tra la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90.

Un documentario ben fatto, in alcune sequenze addirittura epico, un’ottima occasione per rivivere quella che volente o nolente fu anche la nostra storia.

Hotel Transylvania

Hotel Transylvania
Hotel Transylvania

È un’esilarante film d’animazione prodotto dalla Sony Pictures Animation per la Columbia Pictures, diretto da Genndy Tartakovsky e che vede nel cast vocale la presenza di Adam Sandler, Selena Gomez, Steve Buscemi, Kevin James, David Spade e Fran Drescher.

La storia è quella di Dracula, proprietario del Hotel Transylvania, un hotel a cinque stelle destinato al soggiorno di tutti i mostri del mondo, che invita alcuni dei più famosi per celebrare il centodiciottesimo compleanno di sua figlia Mavis.
Inaspettatamente si presenta all’Hotel il giovane Jonathan e Dracula cercherà di impedire alla figlia di innamorarsi di lui, prima che sia troppo tardi… spassoso!!

di Carlotta Di Falco