#celeRentola: la web serie che racconta ognuna di noi

Beatrice Arnera in #celeRentola - foto concessa da Beatrice Arnera
Beatrice Arnera in #celeRentola – foto concessa da Beatrice Arnera

#celeRentola è il nuovo progetto del regista Duccio Forzano ispirato dal web e nato per il web, una web serie in piena regola, ma che ha tutti i numeri per approdare anche in tv.
Sicuramente molti di voi avranno già visto l’hashtag di #celeRentola sulle bacheche di facebook e twitter, la realtà è che la web serie si ispira proprio ad un un profilo facebook realmente esistente, quello di Celestina Pistillo, un profilo divertentissimo dove si succedono post su strani incontri alla fermata dell’autobus, al supermercato, sul pianerottolo, insomma, stralci di vita quotidiana di una ragazza metropolitana ironica e dalla fervida immaginazione stile Amelie.
Ed ecco come Duccio Forzano e Valentina Stangherlin hanno dato vita a questo divertentissimo e intelligente racconto a puntate, destinato al web ma, come ho già detto poco fa, con ampie possibilità di essere trasmesso in tv, un pò come è già successo a serie che hanno avuto grande successo come Una Mamma Imperfetta o The Pills.

Al momento sono state realizzate 12 puntate dalla durata variabile tra gli 1 e 3 minuti ciascuna, come richiesto dalla formula richiesta dal web, dove oltre alla durata anche il linguaggio si velocizza e i racconti dei personaggi si condensano in pillole ricche di contenuto ed espressività.
Le webseries libere per natura, in quanto meno controllate dal mercato, hanno dato spazio a storie e personaggi, nonchè ad un’ironia spesso anche amara per quanto realistica, che non trovano modo di esprimersi sul piccolo schermo.

Beatrice Arnera in #celeRentola - foto concessa da Beatrice Arnera
Beatrice Arnera in #celeRentola – foto concessa da Beatrice Arnera

#celeRentola che è un racconto, ma anche il personaggio è un vero e proprio viaggio nella vita di una ragazza di 23 anni laureata in agraria che vive di lavoretti saltuari, con un ex fidanzato che le ha spezzato il cuore, una famiglia allargata, un’amica del cuore e un barista di fiducia che scandisce l’inizio delle sue giornate incasinate.

Il sapore della serie è proprio quello del prodotto nostrano dove non mancano le ambientazioni casalinghe e quelle metropolitane più comuni come le fermate degli autobus, i supermercati, il bar di fiducia, tutto risulta familiare e facilmente riconducibile alla vita di ognuna di noi.

#celeRentola, visibile su RepubblicaTV, è stato prodotto da Pennylane Production e oltre ad un cast di qualità, vanta anche la presenza di qualche volto conosciuto come Filippa Lagerback, Ernesto Mahieux e gli Zero Assoluto.

Mossa da curiosità di conoscere più da vicino questa “principessa metropolitana” senza scarpette di cristallo, ma in anfibi, che viaggia in autobus e non in carrozza e che colleziona gaffe e divertenti figuracce, ho fatto quattro chiacchiere con la sua interprete: ecco cosa ci ha raccontato Beatrice Arnera.

Quattro chiacchiere con Beatrice Arnera

Beatrice Arnera - foto concessa da Beatrice Arnera
Beatrice Arnera – foto concessa da Beatrice Arnera

Ciao Beatrice, tu interpreti Celestina, detta CeleRentola, una sorta di principessa metropolitana. E’ possibile nella nostra realtà essere delle principesse?
Le principesse hanno capelli perfettamente pettinati anche appena sveglie (Aurora) nel mezzo di un tifone di vento (Pochaontas) e anche addirittura appena uscite dall’acqua (Ariel)… Nella nostra realtà…appena sveglia i miei capelli sembrano quelli di un troll, il vento certo non mi aiuta e appena uscita dall’acqua ho l’aspetto di un mocio vileda.

Quindi direi… No. Principesse a tutti gli effetti no. Diciamo che la Disney ci ha dato false aspettative sui capelli e…sugli uomini!!!

Anche se, cara Carlotta, io il principe azzurro l’ho trovato!
Sono molto più Esmeralda che Biancaneve !!!

Quanto aiutano la fantasia e l’immaginazione per colorare la realtà?
Ti garantisco che la “mia realtà” di per sé è abbastanza colorata!!!
Ma la voglia di sognare un po’ anche ad occhi aperti è fondamentale.
Io e la mia amica d’infanzia Costanza abbiamo l’abitudine da sempre di dividere frutta e verdura per simpatia e aspetto esteriore, come fosse un concorso di bellezza… Non chiedermi perché.

#CeleRentola potrebbe essere ognuna di noi: giovani laureate, precarie, romantiche, incasinate e grandi fruitrici di mezzi pubblici. Quanto c’è di Beatrice nel personaggio che interpreti?
Tanto! Tantissimo!!! Alla prima lettura con Valentina e Celestina, ho sbarrato gli occhi più volte, molto sorpresa!
Io e il personaggio di CeleRentola abbiamo in comune i genitori separati, una famiglia allargata, talmente allargata di cui a volte dimentichiamo i componenti, poi ancora le difficoltà di una giovane che si affaccia sul mondo del lavoro, come tanti giovani d’altronde. La goffaggine nelle situazione meno opportune, le innumerevoli figure di merda…si può dire?! …figuracce, insomma!

Siamo buffe, disordinate…anche un po’ nella testa…sognatrici.

Mi piace molto celeRentola!

Se fosse una persona in carne ed ossa saremmo ottime amiche!

Negli ultimi anni le webseries hanno riscontrato un grande successo, si sposano perfettamente con il linguaggio e i tempi del web e sono facilmente condivisibili. Cosa ne pensi di questi nuovi format audiovisivi?
Il web è il futuro.

È in assoluto il veicolo più veloce, aggiornato e comodo per conoscere.
Le serie web sono destinate ad acquisire il pubblico “della televisione”, che a mio parere, ad eccezione di tre o forse quattro programmi, offre prodotti scadenti, obsoleti ma soprattutto copie di copie di copie di copie.

Le serie web di qualità, potrei citartene almeno 10, meriterebbero di prendere posto in televisione. Avremmo programmi giovani, freschi, divertenti, ma soprattutto qualcosa di originale, di fresco!

La serie si ispira ad un reale account di facebook, quello di Celestina Pistillo, hai avuto modo di conoscerla?
Celestina è un mito!!!

Ci siamo conosciute alla prima lettura nello studio di Duccio ed è stato amore a prima… Lettura!
È una persona splendida, di una simpatia travolgente, solare, sempre! Mi aiuta moltissimo quando giriamo, per le intenzioni sulle battute ma anche quando una mattina sono arrivata in lacrime sul set… (Avevo preso una multa in tangenziale e avevo fatto tardi. Tu mi dirai “perché piangere allora?” …non lo so. Roba da #celeRentola!!!) …beh, anche in quell’occasione è stata molto “sorella maggiore”!

Mi ha fatto morire dalle risate!

È un piacere e una gioia immensa lavorare con tutto lo staff di #celeRentola!

Prima di tutti Valentina Stangherlin, la mia “mamma del set” alla quale voglio un bene grande, che va oltre il lavoro.

E ultimo, ma non meno importante, Duccio Forzano, al quale devo moltissimo, artisticamente e umanamente!

Beatrice Arnera - foto concessa da Beatrice Arnera
Beatrice Arnera – foto concessa da Beatrice Arnera

I tuoi progetti futuri?
Lavorare, lavorare, lavorare sempre! Se non è il set, è il palco; se non è il palco, è il ristorante! Ma mai ferma!

Come dice quel famoso motto: “Chi si ferma … Non paga l’affitto!”

Al momento sto concludendo le ultime date di “Tutti insieme appassionatamente” con Luca Ward e Vittoria Belvedere , per la regia di Massimo Romeo Piparo. Una grande tournée in tutta Italia con un cast di grandi professionisti, un’esperienza che mi ha dato tantissimo!

Sarò impegnata fino a giugno nelle riprese di “Casa Dolce Casa”, la nuova fiction di canale 5 con Nancy Brilli e Massimo Ghini, dove non sono esattamente la candida Liesl innamorata che interpreto nel musical, ma invece una migliore amica che non si rivelerà essere propriamente “migliore”… Viziatella e anche un po’… Zocc… Mign… Ehm…CIVETTUOLA!
Ti piace -civettuola-?! XD

Allora ci rivedremo prestissimo, grazie Beatrice, in bocca al lupo!!
Grazie a te, Carlotta!

A presto e… #STAYTUNED con #celeRentola !!!

di Carlotta Di Falco