Colin Farrell, non solo True Detective

 

Qui si parla di uno dei miei attori feticcio, una certezza a cui mi affido prima di comprare il biglietto al cinema meglio di un pendolino da sensitiva: se in un film c’è Colin Farrell, so già che quel film mi piacerà. Non è solo per la presenza scenica del bell’attore irlandese – che da sola riempirebbe 150′ di proiezione di un film svedese con sottotitoli – ma per l’indubbia capacità interpretativa.

L’ultima fatica di Colin Farrell questa volta è per la tv: il 21 giugno partirà sul canale HBO in Usa e a breve anche in Italia la seconda stagione della serie tv True Detective, in cui Colin Farrell sarà affiancato da Vince Vaughn, Rachel McAdams e Taylor Kitsch. Capelli lunghi, baffo alla texana, barba incolta e il solito sguardo magnetico di sempre per il personaggio del detective Ray Velcoro, portavoce della cinica frase “abbiamo il mondo che ci meritiamo”. Se spesso ha recitato in film d’azione e thriller come il suo debutto internazionale di In linea con l’assassino e il recente remake di Total Recall, Colin Farrell sa regalare personaggi unici anche in contesti che vanno dalla commedia noir al film storico.

Un romantico sicario

Colin Farrell - In bruges
Colin Farrell – In bruges

In Bruges, La coscienza dell’assassino” è una commedia noir deliziosa in cui Colin Farrell interpreta Ray, un sicario irlandese in vacanza “forzata” a Bruges, nel Belgio. L’interpretazione gli è valsa un Golden Globe e una nomination all’Oscar, mettendo in risalto la vis comica di un attore a suo agio tra nani, pallottole e romantiche cene che finiscono in rissa.

L’affascinante vampiro

Colin Farrell - Fright Night
Colin Farrell – Fright Night

Chi non vorrebbe un vicino di casa come Colin Farrell, fosse anche che si debba diventare una sua succube diabolica dannata per l’eternità? In “Fright Night – Il vampiro della porta accanto“, remake del comedy horror Ammazzavampiri (1985), Colin Farrell dà sfogo agli istinti bestiali di un temibile vampiro, che nella migliore tradizione del genere,si presenta sotto mentite e affascinanti spoglie da muscoloso vicino di casa in canotta di cotone.

Lo scrittore in cerca d’ispirazione

Colin Farrell - 7 Psicopatici
Colin Farrell – 7 Psicopatici

7 Psicopatici” è una brillante commedia noir dello stesso regista di In Bruges, Martin McDonagh, in cui Colin Farrell interpreta Marty, uno scrittore irlandese con il vizio del bere nel peggior momento di stallo creativo della sua carriera. Beh, dov’è la novità? Marty si farà trascinare in una serie di situazioni paradossali dall’amico Billy, interpretato da un esplosivo Sam Rockwell. Adorabile Colin, anche quando prende appuntamento con il suo futuro sicario.

Alessandro Il Grande

Colin Farrell - Alexander
Colin Farrell – Alexander

Ce ne vuole per essere credibile nei panni di Alessandro Magno senza ricordare troppo Mirko dei Beehive senza il ciuffo rosso, ma Colin Farrell c’è riuscito. In “Alexander” di Oliver Stone abbraccia un ruolo complesso non solo per il personaggio in sé, ma anche per la fascia temporale coperta nell’interpretare un giovane Alessandro e l’uomo maturo che conquistò l’allora mondo conosciuto, oltre al cuore di Efestione.

Capitano coraggioso

Colin Farrell - The new world
Colin Farrell – The new world

Ne “Il nuovo mondo” di Terence Malik è il soldato inglese John Smith che nel 1607 viene catturato dalla tribù dei nativi americani Powhatan: la giovane Pocahontas, figlia del capotribù, finirà per salvargli la vita e innamorarsi di lui. Come darle torto?

In attesa di vedere Colin Farrell in True Detective stagione 2 ecco il trailer ufficiale della serie tv:

di Ilaria Danesi