Colpa delle Stelle: dal 4 settembre al cinema

Colpa delle Stelle - immagine da pagina Facebook ufficiale del film
Colpa delle Stelle – immagine da pagina Facebook ufficiale del film

Quanto vale un “per sempre” per chi ha i giorni contati?

Vale più della vita stessa perché la arricchisce di quel senso di eternità che per sua natura non ha.

È quello che succede tra Hazel e Gus, due ragazzi particolari, pungenti, ironici, anticonvenzionali e uniti dall’esperienza del cancro.

Colpa delle Stelle - immagine da pagina Facebook ufficiale del film
Colpa delle Stelle – immagine da pagina Facebook ufficiale del film

I due sono i giovani protagonisti del film Colpa delle stelle da domani 4 settembre al cinema, tratto
dall’omonimo romanzo di John Green del 2012 che ha occupato il primo posto nella classifica dei bestseller selezionati dal New York Times.

Dopo aver prestato servizio come cappellano presso un ospedale per bambini, Green ha sentito il bisogno di scrivere una storia che parlasse di due giovani come quelli che aveva conosciuto in ospedale, ed è proprio l’amicizia di Green con una giovane donna di nome Esther Earl, a cui ha dedicato Colpa delle stelle, che gli ha fornito lo spunto per raccontare la storia:

Colpa delle Stelle - immagine da pagina Facebook ufficiale del film
Colpa delle Stelle – immagine da pagina Facebook ufficiale del film

Hazel e Gus si riconoscono e si amano profondamente e, oltre a condividere i timori e le preoccupazioni per il loro stato di salute, hanno in comune la passione per i libri, fra cui primeggia il preferito di Hazel, An Imperial Affliction. A tal proposito la ragazza da tempo tenta di entrare in contatto con l’autore (Peter Van Houten), ma senza successo, a riuscirci sarà invece Gus che, oltre a raggiungere Van Houten tramite l’assistente dello scrittore, rimedia anche un invito ad Amsterdam per incontrarlo.

Colpa delle Stelle - immagine da pagina Facebook ufficiale del film
Colpa delle Stelle – immagine da pagina Facebook ufficiale del film

Il viaggio verso Amsterdam sarà un’occasione unica per entrambi, un’occasione di crescita personale ed emotiva che cambierà per sempre la percezione delle loro esistenze.

Hazel, che cerca delle risposte dall’autore del suo libro preferito, in realtà le avrà dal giovane uomo che le sta a fianco che la ama senza paura della vita e di quello che questa un giorno gli toglierà e che le regalerà “un pizzico di eternità, un per sempre in una manciata di giorni”.

Colpa delle stelle, sebbene rientri nel genere “Sick Lit”, termine coniato dal Daily Mail nel 2012 e che sta ad indicare tutti quei romanzi che raccontano le storie di adolescenti malati ma innamorati della vita, non è un film che parla di cancro, non fa del patetismo la sua chiave di successo, anzi, è una storia che parla di vita, di morte e di amore, quello vero, non convenzionale, che sopravvive alla fine della vita stessa.

Colpa delle Stelle - immagine da pagina Facebook ufficiale del film
Colpa delle Stelle – immagine da pagina Facebook ufficiale del film

di Carlotta Di Falco