Cory Monteith: 2 anni volanti in fretta

 

Nato a Calgary in Canada, ma cresciuto a Victoria, nella Columbia Britannica, Cory Monteith ha vissuto un infanzia segnata dal dolore.
I genitori di Cory, infatti, divorziarono quando aveva sette anni e l’assenza del padre contribuì a diversi disagi, come saltare la scuola, fumare erba e bere.
Dopo aver cambiato 12 scuole diverse, abbandonò la scuola a 16 anni.
L’alcol e la droga lo portarono anche a piccoli furti a parenti e amici al fine di finanziare le sue dipendenze.

All’età di 19 anni decise di andare in riabilitazione. Nel 2011 conseguì il diploma, dopo del quale svolse diversi mestieri, dal tassista all’operaio edile.

7-19-13-cover-cory-monteith-ftr
Cory Monteith

La sua carriera d’attore, però iniziò prima, nel 2004 quando debuttò nell’episodio “L’uragano” della serie televisiva Stargate Atlantis, successivamente ottenne piccole partecipazione a serie televisive come Supernatural e Smallville.

Al cinema ebbe ruoli minori in film come Final Destination 3, White Noise: The Light, Invisible e Il respiro del diavolo.

Ma la vera popolarità arrivò nel 2009 grazie alla serie televisiva Glee, dove interpretava Finn Hudson, quarterback della squadra di football con spiccate doti per il canto.

Sul set conobbe Lea Michele e tra i due fu amore a prima vista.

Purtroppo però il legame con la droga non si spezzò mai e nonostante i vari tentativi di riabilitazione, il 13 luglio di 2 anni fa fu trovato morto nella sua camera d’albergo a causa di un mix di eroina e alcool.

di Eliana Avolio