Da Happy Days a Grey’s Anatomy: gli abbandoni più tristi delle serie tv

 

La bolla è ormai scoppiata, la notizia shock della morte di Derek Sheperd di Grey’s Anatomy nell’ultima puntata dell’undicesima stagione ha provocato non poche polemiche, ma perché sono sempre i migliori che se ne vanno?
In quanto ad abbandoni drammatici Grey’s Anatomy ha sicuramente la meglio, ma ecco 10 dei personaggi più amati delle serie tv che non eravamo assolutamente pronti lasciar andare via:

RICHIE CUNNINGHAM – HAPPY DAYS

Richie Cunningham
Richie Cunningham

E’ uno dei personaggi più amati e storici della tv. Nella serie Richie è il protagonista delle prime sette stagioni della serie ed è raffigurato come il figlio studioso e ben educato. L’attore, Howard, decise in seguito di abbandonare la serie per seguire la carriera di regista, la sua uscita di scena venne giustificata con l’adesione alla carriera militare. Howard, molto legato al suo personaggio, è riapparso nella serie solo per quattro puntate tra il 1983 e il 1984.

BRENDA WALSH – BEVERLY HILLS 90210

Brenda Walsh
Brenda Walsh

Shannen Doherty è famosa per i suoi improvvisi abbandoni causati dal suo brutto carattere che hanno costretto la produzione a eliminarla dal cast. Il personaggio che ho amato di più è quello di Brenda Walsh in Beverly Hills 90210, l’abbandono della serie fu troppo repentino, ingiustificato e prematuro: come era possibile lasciare andare via un personaggio così bello come quello di Brenda?

DOUG ROSS – E.R.

Doug Ross
Doug Ross

Il dottor Ross è stato il primo grande successo di George Clooney che, dopo 5 stagioni, abbandonò la serie per dedicarsi ad altri progetti. La scelta non potè essere più azzeccata, di fatto questo passo non fece altro che far crescere la sua popolarità, che lo ha portato a vincere due premi Oscar, uno come attore e uno come regista. Clooney è tornato come guest star in ER nella sua ultima stagione.

BILLY THOMAS – ALLY MCBEAL

Billy Thomas
Billy Thomas

Ally McBeal era una delle mie serie preferite, tutti gli strambi personaggi della serie erano unici e imprescindibili. Quando alla fine della terza stagione Billy Alan Thomas (grande amore della protagonista Ally McBeal) muore a causa di un tumore al cervello durante un’arringa dove rivela ad Ally il suo amore, viene meno uno dei pilastri della serie: un distacco che i fan della serie ricorderanno molto bene.

MARISSA COOPER– THE O.C.

Marissa Cooper
Marissa Cooper

L’uscita di scena del personaggio di Marissa in The O.C., morta in un incidente stradale alla fine della terza stagione, ha segnato la fine della fortunata serie. Di fatto la quarta stagione registrò un calo talmente drastico degli ascolti che la produzione decise di terminare la programmazione. Misha lasciò la serie per concentrarsi su altri progetti, ma a oggi nessun altro personaggio le ha regalato la stessa fama di Marissa Cooper.

IZZIE STEVENS – GREY’S ANATOMY

Izzie Stevens
Izzie Stevens

Che strazio fu vedere andar via Izzie Stevens di Grey’s Anatomy. Nonostante il grande successo ottenuto con la serie con tanto di Emmy, dopo sei stagioni e dopo una lunga e difficile riflessione Katherine smise di andare sul set e poco dopo il suo contratto fu rescisso. La sua uscita di scena non è stata all’altezza della positività del personaggio che alla fine è stato completamente rovinato pur di renderlo meno stimabile per il pubblico.

ROBERT MacCALLISTER – BROTHERS & SISTERS

Robert MacCallister
Robert MacCallister

Vi ricordate il famoso senatore, marito di Calista Flockhart in Brothers & Sisters? La sua morte nella penultima stagione ha rappresentato uno strappo profondo sia dal punto di vista emotivo che narrativo. Rob Lowe lasciò la serie per entrare nel cast di “Park and recreation”, scelta per nulla azzeccata.

CRISTINA YANG – GREY’S ANATOMY

Cristina Yang
Cristina Yang

L’addio della Yang alla fine della decima stagione è stato un altro grande trauma della serie. Invece di optare per un abbandono più tragico, la produzione ha scelto il trasferimento di Cristina in un altro continente, anche perchè l’attrice ha espresso il desiderio di prendere parte all’ultimo episodio della serie e per ovvie ragioni non poteva essere eliminata: altra grave perdita del cast.

NED STARK – THE GAME OF THRONES

Ned Stark
Ned Stark

In quanto a morti e abbandoni improvvisi e gratuiti, Game of Thrones detiene il primato. Tra quelle più assurde c’è la decapitazione di Ned Stark, quello che per tutti rappresentava il protagonista assoluto e che invece fanno morire, così, senza mezzi termini, senza alcuna forma di attesa.

DEREK SHEPHERD – GREY’S ANATOMY

Derek Sheperd
Derek Sheperd

Ma giungiamo a lui, il famosissimo dottor Stranamore, il più amato dagli uomini e dalle donne, una pietra miliare di Grey’s Anatomy, ma come si può permettere a un Patrick Dempsey di andare via? Che ne sarà adesso di Meredith, come possiamo immaginarla senza di lui? Sono certa che questa perdita nel cast genererà un grande disappunto e conseguente calo di ascolti: se volevamo trovare un modo per distruggere una serie ci stanno riuscendo benissimo.

Io credo che a un certo punto, quando le serie hanno esaurito il loro circolo vitale, le produzioni dovrebbero avere il coraggio di lasciare le scene. A questo proposito mi viene sempre in mente un’affermazione di Michael Patrick King, il regista di Sex and The City che diceva: “Se vuoi che si ricordino di te lascia la festa quando è a metà”. E così fece: Sex and The City fu terminata proprio nel periodo di massima popolarità.

 

Credits foto: pinkpopcorn.it, i0.web.de, nocookie.net, thedatareport.com, fanpop.com, parade.com, hbo.com, randomcelebs.com, misha-b.com

di Carlotta Di Falco