Dite addio a Sex and the City 3

Ammettiamolo: ci avevamo fatto la bocca buona con Sex and the City 3, il terzo film della saga che abbiamo amato prima sul piccolo schermo e poi in due lungometraggi approdati sul grande schermo (anche se il primo era nettamente migliore rispetto al secondo, non è vero?). Eravamo già pronte a riunire le amiche di sempre per una serata tra sole donne, insieme alle quattro inseparabili amiche di New York. E invece dovremo organizzarci in un altro modo, perché Sex and the City 3 non si farà. E la colpa è di Samantha.

Il magazine britannico DailyMail, infatti, afferma che la Warner Bros era intenzionata a scrivere il terzo capitolo di Sex and the City e le protagoniste erano anche d’accordo sul ritrovarsi nuovamente insieme. Tutte tranne una, Kim Cattrall, che nella serie veste i panni di Samantha, che avrebbe detto no, eliminando ogni possibilità che Sex and the City 3 si potesse fare.

Tutto era pronto per l’inizio delle riprese del film, che sarebbero dovute partire in pochissimo tempo, quando all’improvviso Kim Cattrall ha avuto delle pretese che la major cinematografica non avrebbe gradito poi molto. Secondo quanto riportato una fonte al giornale, pare che abbia fatto dei capricci da diva…

L’unica ragione per cui questo film non si farà è Kim Cattrall. Tutti erano pronti, ma lei l’ha rigirata su di sé, giocando a fare la vittima. Ha avuto l’audacia di dire che avrebbe firmato solo se la Warner Bros avesse acconsentito a produrre altri film che lei aveva in cantiere. Ridicolo. Chi si crede di essere, George Clooney?”.

Un’altra fonte aggiunge: “È stato il franchise a renderla famosa e, siamo onesti, è conosciuta solo grazie a questo ruolo“. E pensare che Sarah Jessica Parker, Kristin Davis e Cynthia Nixon avevano già firmato ed erano d’accordo su tutto quanto!

Lo script è fantastico. I fan avrebbero amato il film, ma la Warner Bros non poteva sottostare a quelle richieste ridicole“. E niente, ce ne faremo una ragione!

di Redazione