Empire State. Arte a New York oggi: molto più di una semplice mostra

Nel cuore di Roma, a due passi dall’Altare della patria, una piccola New York sorge nel Palazzo delle Esposizioni.
“Empire State”, questo è il nome del progetto espositivo che raccoglie le opere di 25 artisti newyorkesi, attraverso le quali lo spazio urbano viene re-immaginato ed interpretato come mezzo di distribuzione del potere.
Un tema ambizioso e di certo attuale in un’epoca come la nostra, che ti rapisce, ti fa fare domande e ti lascia con non poche emozioni.

palazzoesposizioni.it
palazzoesposizioni.it
palazzoesposizioni.it
palazzoesposizioni.it

Sono arrivata alla mostra intorno alle 21:00, la sala principale era stata allestita per ospitare il concerto dal vivo dei Musica Nuda, un duo straordinario di voce e contrabbasso, e i suoi numerosi fan. Vista la moltitudine di persone, ho pensato di prendere subito posto a sedere su uno dei cento cuscini messi a disposizione per non rischiare di perdermi lo spettacolo e di godermi successivamente la mostra. Di questo ringrazia il mio sedere che per ben un’ora e mezza è rimasto schiacciato a terra, ma cavolo se ne è valsa la pena!

palazzoesposizioni.it
palazzoesposizioni.it
palazzoesposizioni.it
palazzoesposizioni.it

Premetto che non conoscevo i due artisti e le loro canzoni, forse ero una delle poche, ma la voce di Petra Magoni e il suono del contrabbasso di Ferruccio Spinelli vibravano nelle sale e nelle ossa suscitando brividi di emozione. Sulle note di “My Funny Valentine”, “New York New York”, è stato un viaggio sonoro soave e penetrante che mi ha rapito completamente.

Finito il concerto, ho proseguito il percorso nelle varie salette del palazzo per gustarmi le opere degli artisti: per certi versi sembrava di essere tornata al MOMA, che ho visitato non più di 6 mesi fa: confermo il pensiero che New York rimane un luogo di elaborazione di idee, di sviluppo, nel quale gli artisti sperimentano in maniera esponenziale nuove realtà nel campo delle arti visive.

Un viaggio tra scorci della città, arte minimalista, manichini adibiti a sedie e tavoli, lavagne con su scritto “Everything will be taken away” alla Bart Simpson, architettura e persino i dinosauri. Un viaggio entusiasmante, tra musica e arte: non si è trattato di una semplice mostra, Empire State è molto di più.

palazzoesposizioni.it
palazzoesposizioni.it

Fino al 21 luglio il Palazzo delle Esposizioni ospiterà la piccola New York nel cuore di Roma, non perdere l’occasione di visitarla, non è mai stata così vicina!

di Eliana Avolio