Fedez, le scelte artistiche che non ci saremmo aspettati

 

Si scrive schiavitù, si legge libertà”, canta Fedez nell’omonimo singolo che nel 2013 lo consacra il re del rap contemporaneo. Abbandonato il Gangsta Style dei colleghi d’oltreoceano, Fedez conquista la scena con ritmi che trascendono la musica di genere e critiche al vetriolo al Jet Set internazionale. Ha solo ventisette anni, ma ha già all’attivo centinaia di migliaia di dischi venduti, l’etichetta Newtopia e l’amore di Chiara Ferragni.
Dal 2014 è giudice di X Factor dove, con intelligenza e ironia, porta alla vittoria Lorenzo Fragola e supera il successo di Mika e Skin. Dietro al bancone della decima edizione conferma di non essere il “solito rapper” tenendo testa alla sensualità di Alvaro Soler, alle follie di Arisa e alla severità di Manuel Agnelli. Sembra passato un secolo dal debutto, ma sono cinque anni che Fedez domina l’entertainment contemporaneo con scelte artistiche strategicamente perfette:

1. La svolta elettro-rap

Fedez ElettroRap
Fedez fonde il rap classico con il pop contemporaneo

Dopo la parentesi anti-commerciale di Penisola che non c’è, Fedez realizza Il mio primo disco da venduto, un album che fonde il rap classico con l’elettro-pop contemporaneo. Una scelta rischiosa per l’artista italiano che, addentrandosi in un terreno ignoto, gioca con suoni e melodie poco diffusi nel panorama urban. L’azzardo solleva le critiche di Fabri Fibra che lo accusa di dissing.

Ma Fedez non si lascia intimorire e continua la sua strada discografica ricca di ironia, ritornelli orecchiabili e ballad romantiche. Un’evoluzione seguita da tanti altri artisti, da Emis Killa e Gemitaiz fino a J-Ax e Fabio Rovazzi. Nonostante il tocco commerciale, Fedez rivoluziona il rap italiano e conquista un pubblico eterogeneo.

2. L’imprevedibile potere del duetto

Fedez e J-Ax nel video di Vorrei ma non posto
Fedez e J-Ax nel videoclip di Vorrei ma non posto

Solitamente i rapper duettano con altri rapper. Dopo le collaborazioni con Jake La Furia, Gemitaiz e Guè Pequeno ne Il mio primo disco da venduto e le rime di Dargen D’Amico e J-Ax in Sig. Brainwash – L’arte di accontentare, Fedez rivoluziona la musica di genere incidendo con Francesca Michielin il brano Cigno nero, certificato doppio disco di platino con oltre centoventimila copie vendute. Strategia che vince non si cambia, ma si quadruplica! Nell’album Pop-Hoolista, Fedez canta con Elisa, Noemi, Malika Ayane e Francesca Michielin, con cui interpreta la hit Magnifico.

Successivamente duetta con Gianna Nannini in Nuvole di fango, con Mika in Beautiful Disaster e con J-Ax in Vorrei ma non posto. Il brano anticipa l’album con l’ex Articolo 31 Comunisti col rolex, in uscita il prossimo 20 gennaio.

3. Le strategie social

Fedez Ferragni
Fedez e l’amore social con Chiara Ferragni

È inutile negarlo, Fedez ha uno straordinario potere mediatico! Un jolly che gioca sui social sfoggiando l’amore con Chiara Ferragni, i brand di cui è sponsor e la vita da star. Ma Fedez utilizza la rete anche per esprimere le sue critiche al vetriolo contro personalità di spicco come Matteo Salvini, Barbara d’Urso e Francesco Facchinetti.

Fedez conta più di un milione di follower su Twitter e quasi tre milioni di seguaci su Instagram e ogni post costituisce un ulteriore passo verso il successo.

4. L’azzardo nel cinema, nella tv e nella moda

Fedez tra cinema e tv
Fedez durante lo shooting per il brand Sisley

Fedez non è un semplice rapper, ma un personaggio a tutto tondo. Arrivato al successo con la musica, l’interprete di Magnifico si impone nell’entertainment contemporaneo come icona di cinema, tv e moda. Dopo la parentesi per il brand Sisley, Fedez debutta sul grande schermo con Zeta, il film di Cosimo Alemà che racconta la storia di un giovane rapper alla ricerca della fama.

Il mondo delle fiction lo nota e gli propone una parte in Un passo dal cielo 4 dove è un rapper che sconvolge la vita della protagonista, interpretata da Rocio Munoz Morales. Conoscete altri rapper italiani che sono anche attori e modelli?

5. La sfida vinta a X Factor

fedez x factor
Fedez, giudice di X Factor dal 2014

Nelle ultime tre stagioni di X Factor Fedez ha rubato la scena a star internazionali del calibro di Mika, Skin e Alvaro Soler. X Factor è uno degli show più amati di sempre, ma è anche una vetrina rischiosa. Dopo la quarta edizione Anna Tatangelo è sparita nel nulla e dopo l’ottava serie Victoria Cabello ha fatto poco e niente.

Il coraggio di adattarsi al mezzo televisivo rimanendo fedele a se stesso gli permette di incantare milioni di italiani ogni settimana. Una scelta strategicamente vincente che eleva Fedez da semplice rapper a icona dell’entertainment contemporaneo.

di Carlo Andriani