Festa dei nonni: 7 film per celebrarli

 

Il 2 ottobre è la Festa dei Nonni. Per motivi che non comprendo è una delle feste meno pubblicizzate, a mio avviso è una bellissima occasione per celebrare delle figure importanti e che troppo spesso vengono date un po’ per scontate.
I nonni sono importanti, sono un punto di riferimento fermo, sono saggi, hanno quella giusta dose di pazienza e di tempo che i genitori tendenzialmente non hanno, sono i depositari della memoria e della nostra storia, sono le uniche persone che, aldilà dei nostri genitori, ci amano di più.

Io non ho conosciuto tutti e quattro i nonni, personalmente mi ritengo già fortunata per averne conosciuti due, ma col senno di poi avrei dedicato loro molto più tempo. Spesso si commette l’errore di considerarli immortali, ma non lo sono, quindi ogni occasione è buona per festeggiarli e dirgli quanto teniamo a loro.

In occasione della loro festa, ricordiamo alcuni film celebri in cui emerge il ruolo chiave che i nonni ricoprono nella famiglia.

La fabbrica di cioccolato

La fabbrica di cioccolato
La fabbrica di cioccolato

In tutte le sue versioni la figura dei nonni è sempre molto ben rappresentata. E’ tra i film che meglio descrive l’importanza dei nonni e racconta l’amore di un nonno per un nipote e viceversa.
In questo film i nonni sono quattro, quello che ha un ruolo di maggiore rilevanza è il nonno Joe che donerà tutti i suoi risparmi al nipotino per permettergli di inseguire il sogno di vincere il biglietto d’oro e visitare la famosa fabbrica di cioccolato.
Indimenticabile l’immagine dei nonni che dormono tutti insieme nello stesso lettone.

UP

Up
Up

Nel caso di questo film non ci troviamo davanti a un nonno naturale. Di fatto l’anziano Carl Fredricksen, profondamente triste e indurito dopo la morte della moglie, che decide di intraprendere un viaggio lungo e avventuroso, si ritroverà a fare da nonno (ruolo che gli riuscirà benissimo) del piccolo Russell, il paffuto scout di 8 anni che lo seguirà.

Heidi

Heidi
Heidi

Quando si pensa alla parola “nonno”, quello di Heidi è tra i primi che accorre alla nostra mente. Il nonno burbero, orso, duro e incapace di mantenere qualsiasi tipo di relazione che, a contatto forzato, con l’appena ritrovata nipotina Heidi riscoprirà la capacità di amare. Il nonno qui rappresenta la casa, la famiglia, il punto di riferimento più importante.

Belle e Sebastien

Belle e Sebastien
Belle e Sebastien

Rimanendo in un contesto di villaggio di montagna, un altro nonno celebre è il pastore César, il nonno adottivo di Sébastien. César, apparentemente freddo e rigido, è un nonno che assume il ruolo del genitore: Sébastien, molto solitario ama stare in compagnia del suo cane Belle, sarà solo dopo una lunga serie di peripezie, che tra i due si instaurerà un legame veramente forte.

Il piccolo Lord

Il piccolo lord
Il piccolo Lord

Per rimanere in tema di uomini burberi e incattiviti dai dispiaceri della vita, non possiamo non ricordare il famoso nonno de Il Piccolo Lord. Sembrava impossibile far capitolare un uomo freddo come il Conte di Dorincourt e, invece, il piccolo Cedric riesce a cambiarlo, sconvolgendo la sua vita e riscaldandogli il cuore.

Little Miss Sunshine

Little miss sunshine
Little Miss Sunshine

Di tutt’altro genere è il nonno di questo film. Il nonno Edwin, un anziano con problemi di droga e nostalgico della sregolatezza passata che sniffa eroina e che per questo è anche stato cacciato dalla casa di riposo Villa Tramonto, è in realtà un bellissimo personaggio. Lui è l’unico che asseconda il sogno della nipotina Olive di partecipare a un concorso di bellezza per aspiranti Miss America lavorando con lei a un numero da presentare alle selezioni dell’ambito concorso. Molto divertente!!

Gli anni dei ricordi

Gli anni dei ricordi
Gli anni dei ricordi

Dopo tante figure maschili di nonni, ecco una degna rappresentante del ruolo al femminile. Finn sta per sposarsi, ma viene assalita da una montagna di dubbi e insicurezze e decide di rifugiarsi a casa della nonna Hy e della prozia Glady per riflettere sulla proposta di matrimonio e per preparare la sua tesi di laurea.

Le due donne insieme alle altre donne del “circolo della trapunta”, attraverso il loro vissuto e la loro saggezza, daranno a Finn le risposte che cerca, al loro fianco troverà la sicurezza per affrontare il futuro e una visione della vita che non aveva mai preso in considerazione. Un bellissimo esempio di nonna saggia, accogliente e depositaria della memoria.

di Carlotta Di Falco

  • In questo articolo:
  • Film