Festival del cinema di Venezia 2014: al via la 71a edizione

Locandina della 71a edizione del Festival del cinema di Venezi
Locandina della 71a edizione del Festival del cinema di Venezi

Sul finire dell’estate riemerge il gusto di tornare al cinema e farsi rapire dalla magia del grande schermo. Quale migliore occasione per sognare con le storie dei film in concorso al Festival internazionale del cinema di Venezia in apertura domani con la 71a edizione fino al 6 settembre.
Tra i film più attesi c’è sicuramente il visionario Birdman (o Le imprevedibili virtù dell’ignoranza) di Alejandro González Iñárritu: la parabola discendente di un famoso attore, interprete sullo schermo del supereroe Birdman, alle prese con i propri fallimenti professionali e personali.

Locandina di Birdman - foto Movieplayer.it
Locandina di Birdman – foto Movieplayer.it

La sceneggiatura è tratta dal racconto di Raymond Carver, What We Talk About When We Talk About Love e nel cast stellare del film, oltre ad un intenso Michael Keaton nei panni del protagonista Riggan Thomson (date un’occhiata al trailer) compaiono Edward Norton, Emma Stone, Naomi Watts, Zach Galifianakis, Andrea Riseborough ed Amy Ryan. Tra gli altri da tenere d’occhio il drammatico The Cut di Fatih Akin, la storia di un padre strappato alle proprie figlie durante la deportazione degli Armeni ed il suo tormentato viaggio di ritorno verso la famiglia, incontrando personaggi benevoli e caritatevoli così come perfidi e demoniaci in un viaggio che diventa esistenziale.

Andrew Garfield in 99 Homes - foto Movieplayer.it
Andrew Garfield in 99 Homes – foto Movieplayer.it

Incentrato sulla crisi economica e del mercato immobiliare americano è 99 Homes, del regista americano di origine iraniana Ramin Bahrani con Andrew Garfield nei panni di Dennis, un giovane padre di famiglia che per non perdere la casa reclamata dalla banca inizia a lavorare per il suo “carnefice”, l’agente immobiliare armato che riscuote case per conto delle banche, Mike (Michael Shannon). Notevole la presenza di film italiani in concorso: Hungry Hearts, di Saverio Costanzo, la storia d’amore tra Mina (Alba Rohrwacher) e Jude (Adam Driver) e la successiva nascita di un figlio con conseguenze drammatiche, Il giovane favoloso di Mario Martone, dedicato alla vita di Giacomo Leopardi ed interpretato da Elio Germano nei panni del poeta ed infine Anime Nere di Francesco Munzi, sulle difficoltà di crescere in Aspromonte ed emanciparsi da una realtà fatta di sottomissione e corruzione.

Una scena da Il giovane favoloso - foto Movieplayer.it
Una scena da Il giovane favoloso – foto Movieplayer.it

Anche se diretto da Abel Ferrara e con un cast straniero includerei anche Pasolini tra le presenze italiane al festival. Interpretato da William Defoe nei panni dello scrittore scomparso la notte del 2 novembre 1975, il film racconta proprio quell’ultimo giorno di vita, trascorso con la madre e gli amici più cari, prima di incontrare ignaro la morte su una spiaggia di Ostia.

William Defoe in Pasolini - foto Movieplayer.it
William Defoe in Pasolini – foto Movieplayer.it

Ma il festival di Venezia è anche il singolare red carpet del Lido, dove le star arrivano scendendo dai motoscafi della laguna, tra i più attesi Al Pacino (protagonista di Manglehorn di David Gordon Green) Ethan Hawke (interprete in Good Kill di Andrew Niccol) Michael Keaton, Edward Norton, Emma Stone e Naomi Watts, Willem Dafoe e Bill Murray, quest’ultimo per la miniserie HBO Olive Kitteridge, fuori concorso.
Continuate a seguirci nei prossimi giorni per aggiornamenti sul Festival del cinema di Venezia, dai film e dal red carpet.

di Ilaria Danesi