Filmterapia: come ritornare a lasciarsi andare

 

Pare sia più frequente in età matura, ma in realtà succede a ogni età. Perdere la capacità di lasciarsi andare, di credere nel potere della propria femminilità e nelle proprie capacità seduttive, è quanto di più comune possa accadere.
Vediamo insieme quali film possono aiutarci ad avere più grinta e fiducia in noi stesse.

La vostra pena: Non riuscire più a lasciarsi andare

I ponti di Madison County
I ponti di Madison County

Può capitare durante relazioni che durano da tanto tempo o quando si è sole da troppo tempo, parlo di quel freno che inibisce gli istinti più passionali, che non ci fa più credere di essere avvenenti o in grado di sedurre e di piacere, che ci fa credere di non essere più capaci di sentire piacere e di saperci concedere a un ‘mozione o a una passione.
Molte volte le relazioni lunghe portano a un impoverimento della sfera sessuale, si appiattiscono ed entrano in una routine delle emozioni che è facile assecondare e a cui viene spontaneo abituarsi, ma non è sano. L’essere umano ha bisogno di alimentare la propria sessualità senza freni e le proprie doti seduttive: se si cominciano a perdere di vista queste cose, il declino è dietro l’angolo.
In una donna questo fenomeno si verifica molto spesso: essere moglie, madre, donna di casa, donna in carriera, ci fa perdere di vista che prima di tutto siamo anche donne e che forse dovremmo fermarci un attimo ad ascoltarci per ritrovarci e dare sfogo alla nostra natura e ai nostri desideri.

Il film perfetto per voi: I ponti di Madison County

I ponti di Madison County
I ponti di Madison County

Questo bellissimo film del 1995, diretto e interpretato da Clint Eastwood con Meryl Streep, racconta la travolgente storia d’amore tra Francesca e Robert, casalinga di origini italiane lei, fotografo lui. Francesca accoglie quest’uomo di passaggio a casa sua alcuni giorni mentre il marito è fuori città. Tra i due scocca una passione irrefrenabile fatta di complicità, di emozioni intense e di decisioni difficili da prendere. Robert chiede a Francesca di andare via con lui, ma, nonostante la grande sofferenza (vedi la scena finale in basso), Francesca rinuncia al grande e unico amore della sua vita in nome della sua famiglia e del suo matrimonio. L’intera vicenda è narrata attraverso il diario intimo di Francesca che amerà Robert per tutta la vita perchè l’ha fatta sentire libera e se stessa.
“Mi comportavo come un’altra donna, eppure ero più me stessa di quanto non fossi mai stata”, questa affermazione è emblematica e racchiude tutto il senso più profondo dell’importanza di dare sfogo al proprio essere e a quelle pulsioni che ci permettono di riscoprire la nostra natura.

Indicazioni d’uso:

I ponti di Madison County
I ponti di Madison County

Da vedere se vi sentite intrappolate in una vita che non vi piace o non vi soddisfa, se siete consapevoli di non essere più voi stesse, se avete paura di lasciarvi andare o se credete che per voi le emozioni siano finite perchè questo film riattiverà in voi la voglia di “sentire” la vita e voi stesse.

 

di Carlotta Di Falco