Gli acchiappazombi: il secondo capitolo della trilogia di Jesse Petersen

"Gli Acchiappazombie" foto Multiplayer Edizioni
"Gli Acchiappazombie" foto Multiplayer Edizioni

È un buon momento per gli amanti di zombie stories. Dopo avervi parlato della web serie Geekerz oggi vi propongo un libro di urban fantasy, Gli acchiappazombie, secondo capitolo della trilogia zombie Living With The Dead di Jesse Petersen.
Se non avete letto Finché zombie non ci separi, primo capitolo della saga, vi sarà utile questa recensione con sinossi per mettervi in pari con la storia.
Gli Acchiappazombie, edito in Italia da Multiplayer edizioni, si apre con Sarah e David, più innamorati ed in sintonia che mai, imprenditori della loro nuova attività: cacciare zombie su commissione. Dopo aver sperimentato sulla loro pelle (è il caso di dirlo) come difendersi dagli zombie e aver scoperto di essere abbastanza bravi, decidono di farlo per “denaro”, del tipo valuta in corso in un mondo post-apocalittico infestato da un’epidemia zombie: viveri, medicine, armi, munizioni e tutto quello che può essere utile alla sopravvivenza.

Zombie da The Walking Dead - foto Movieplayer.it
Zombie da The Walking Dead – foto Movieplayer.it

Il libro in perfetta tradizione urban fantasy è avvincente e con ritmo scandito dall’azione dei protagonisti; come il precedente ogni capitolo è pensato per far progredire la storia e lanciare intuizioni ed indizi che possano far prevedere (o credere di farlo) gli avvenimenti del capitolo successivo. David è sempre più padrone della situazione, accorto, scaltro, forte e coraggioso si definisce ironicamente “il braccio” della società Acchiappazombie mentre Sarah, presa dall’immagine del loro brand aziendale ed i risvolti di marketing si è guadagnata il titolo di “cervello”. I due si punzecchiano come perfetti innamorati, ormai affiatati al punto di capirsi prima ancora di parlare, di intuirsi con uno sguardo, di anticipare l’uno le mosse dell’altra.

E Phillips Fox - A Love Story, 1903 - foto Wikimedia
E Phillips Fox – A Love Story, 1903 – foto Wikimedia

Se in Finché zombie non ci separi il nemico di Sarah e David, come quello di molte coppie, era l’incomunicabilità e oooppss… un particolare non secondario come l’esercito di non morti pronti a fare di te insalata russa appena sei distratto, in questo secondo capitolo la Petersen alza l’asticella e mette in campo forze diverse, nuove incomprensioni e nuovi mostri da cui difendersi, arricchendo l’intreccio narrativo di elementi pronti a gettare un ponte sul capitolo finale della sua trilogia urban fantasy, Mangia Crepa Ama.
Non vi svelerò altro se non che in Gli Acchiappazombie Sarah e Dave troveranno sul loro cammino diversi tipi di mostri da cui doversi difendere, alcuni più assetati di sangue di altri, alcuni dai cervelli non del tutto marci ed alcuni dalle fattezze tutt’altro che mostruose…
Se vi piacciono le storie di urban fantasy vi consiglio davvero questa lettura (meglio ancora se cominciate da Finché zombie non ci separi) ed ovviamente fatemi sapere che ve ne pare!

di Ilaria Danesi