Grease, le teorie sulla morte di Sandy che fanno impazzire il web

 

Grease è senza dubbio uno dei nostri film preferiti. La ragazza acqua e sapone che si innamora del belloccio della scuola, che ricambia, un po’ di problemi che si risolvono con quattro canzoni e qualche balletto e il lieto fine perfetto, per un musical che non ci stancheremmo mai di vedere. Ma a quanto pare non abbiamo mai capito niente del film. Sul web circolano due teorie particolari, un po’ datate a dire il vero, ma che sono tornate alla ribalta in queste ore. I nostri amici di Movieplayer hanno rilanciato le ipotesi bizzarre secondo le quali, udite udite, tutta la storia altro non sarebbe che un sogno di Sandy prima di morire…

Quanto sono belli?
Quanto sono belli?

Un utente di Reddit, partendo dalla canzone Summer Nights, che racconta di Danny-John Travolta che ha salvato Sandy-Olivia Newton-John dalle onde, ha raccontato un’altra versione della storia, nella quale la protagonista è morta annegata. Danny non l’ha salvata:

Sandy quel giorno è morta sulla spiaggia e, mentre annegava, la mancanza di ossigeno al cervello le ha fatto vivere una realtà alternativa in cui lei e Danny s’innamorano e vivono uno splendido anno al liceo. La sua visione finisce quando Danny cerca di rianimarla sulla spiaggia e Sandy vola in Paradiso“.

Sandy vola in paradiso?
Sandy vola in paradiso?

Un altro utente di Reddit, invece, parla di suicidio della protagonista e l’ultima scena rappresenta proprio i pensieri di Sandy prima di morire:

Tutto in quella scena è troppo perfetto, Danny e Sandy tornano insieme nonostante tutto, Rizzo improvvisamente non è incinta e Kenickie improvvisamente decide che la ama. Il ragazzo nerd entra nella squadra sportiva, tutto improvvisamente va bene, esattamente nel modo in cui Sandy avrebbe voluto” E nell’ultima inquadratura del film, lei vola in paradiso con il suo ragazzo dei sogni“.

Insomma, tutto quello che abbiamo visto dopo la scena iniziale in spiaggia è un sogno di Sandy?

Randal Kleiser, regista di Grease, si limita a definire queste teorie “spazzatura“: ma se ci pensate, tutto torna…

di Redazione