Halloween e cinema: i migliori mostri della nostra vita

Una scena da Halloween - La notte delle streghe; foto Movieplayer.it
Una scena da Halloween – La notte delle streghe; foto Movieplayer.it

Halloween si sta avvicinando. Oltre a soffermarmi su un’esponenziale presenza di zucche in commercio, mi viene da passare in rassegna mostri, streghe, protagonisti dell’horror dell’immaginario da grande schermo nel weekend di terrore più lungo dell’anno.
Non fate di no con la testa, non ditemi che ad Halloween non siete più sensibili alla paura e all’horror cinematografico, che negli anni ha sfornato personaggi da vero incubo. Ecco nel dettaglio i mostri che ci piacciono – da paura – e perché.

Il serial killer con un pessimo senso degli affari

Locandina di Smiley; foto Movieplayer.it
Locandina di Smiley; foto Movieplayer.it

Smiley del regista Michael J. Gallagher esce il 30 ottobre nei cinema italiani ed è il nuovo horror splatter made in Usa. La protagonista Ashley soffre di disturbi mentali e dovrà capire se il misterioso killer Smiley che può essere contattato tramite Internet sia realtà o frutto della sua fantasia. Smiley indossa una maschera disturbante, ispirata agli Smiley pubblicitari della catena Walmart.
Il sorridente killer peraltro si accanirebbe proprio contro Ashley e chiunque provi a contattarlo, annullando di fatto ogni possibilità di essere poi pagato dai propri committenti. Un genio degli affari insomma, se ti piace Smiley è perché vuoi provare a migliorare la sua brand identity e dargli qualche consiglio commerciale.
In fondo su internet c’è già, basterebbe solo non massacrasse la sua fanbase.

L’emarginato incompreso

La maschera di Jason di Venerdì 13; foto Movieplayer.it
La maschera di Jason di Venerdì 13; foto Movieplayer.it

Se sei brutto ti tirano le pietre. È andata così per Jason Voorhees, protagonista deforme della saga slasher di Venerdì 13. Alla fin fine meglio mettersi una maschera da hockey e farla pagare a tutti quelli che ti prendevano in giro da bambino. Che poi certi campeggiatori lascino un grande schifo ed abbiano bisogno di qualche lezione sul rispetto dell’ambiente è vero, anche al Crystal Lake Camp, tuttavia il dialogo e la retorica non sono le armi migliori di Jason, che preferisce asce, coltelli, machete e l’iconografica motosega. Se ti piace la storia di Jason e Venerdì 13 sei un estimatore del classico horror americano e fai il tifo per la final girl, la ragazza che alla fine nel film horror riesce a salvarsi (quasi sempre).

Lo psicopatico plagiato

Locandina di Halloween – La notte delle Streghe; foto Movieplayer.it
Locandina di Halloween – La notte delle Streghe; foto Movieplayer.it

È partito male, da bambino insicuro, introverso, disfunzionale con una adoratrice di Satana come baby sitter non poteva che finire peggio. Micheal Myers, protagonista della saga Halloween – La notte delle Streghe, il ragazzone che ha la forza di oltre mille braccia ma non ci fa la pasta, gira con una maschera deforme sul viso e una tuta da carrozziere alla Nico Giraldi ma se lo incontrate e avete una ruota a terra non tendetegli il cric o quella che salterà non sarà la vostra gomma.
Se ti piace la saga di Halloween – La notte delle Streghe hai la speranza che si possa redimere la patologia di uno squilibrato assassino, magari Micheal Myers aveva il mito di Er Monnezza e nessuno se n’era mai accorto, forse bastava chiedergli “a str**o, che te fai ‘na bevuta?” ed avrebbe risposto “Era ora!” accennando un sorriso da sotto la maschera e posando il machete.

Allora sono questi i vostri mostri preferiti da Halloween? Ho dimenticato qualcosa? Fatemelo sapere nei vostri – terrificanti – commenti.

di Ilaria Danesi