Hell’s Kitchen Italia, 4 motivi per non perderlo

 

Torna l’inferno in cucina, oggi ricomincia Hell’s Kitchen Italia con Carlo Cracco. Anche chi non ama particolarmente cucinare, adora questo format, il che potrebbe sembrare un controsenso: perché guardare un programma simile se non ti piace cucinare? Succede la stessa cosa per MasterChef, probabilmente la cucina attira anche chi ha il pollice nero per i fornelli. In attesa di vedere la prima puntata di Hell’s Kitchen 3, in onda stasera alle ore 21.15 su Sky Uno, ecco quattro buoni motivi per cui vedere Hell’s Kitchen fa bene alla salute:

1) C’è Carlo Cracco: non c’è niente da fare, con quella barbetta e chioma un po’ incolta, è sempre affascinante, anche quando scaglia piatti e pentole contro i cuochi che osano sbagliare le ricette le sue facce sono assolutamente esilaranti. Carlo, se vedi una frittata cucinata da me, cosa fai? Mi scaraventi addosso tutta la cucina corredata di elettrodomestici?

2) Ci sono gli ospiti: ancora non si sa quali saranno gli ospiti di ciascuna puntata, ma di solito sono personaggi di tendenza del momento, magari di serie televisive di successo ed è sempre divertente vedere le loro facce quando assaggiano i piatti

Carlo Cracco a Hell's Kitchen 3
Carlo Cracco a Hell’s Kitchen 3

3) Impariamo nuove ricette: c’è sempre la possibilità di imparare nuove e gustose ricette. O anche solo qualche nuovo trucchetto in cucina. Certo, bisogna selezionarle bene, c’è anche la possibilità di imparare pessime ricette

4) Le sfide e le prove sono divertenti: sia le sfide fra squadre che le prove sono esilaranti e possono insegnarci sempre qualcosa di nuovo

Foto: Facebook

di Laura Seri