I due look più trash mai visti su un red carpet

 

Nel bene o nel male basta che se ne parli. E’ questo quello che devono aver pensato Dayane Mello e Giulia Salemi, che sabato sera sono apparse sul red carpet del film “The Young Pope” (con Jude Law), insieme a Matteo Manzini: i tre hanno dato letteralmente spettacolo, in particolare per i due look, decisamente trash, delle due donne. Colori sgargianti a parte, mettono in mostra più di quello che dovrebbero e sono stati profondamente criticati.

Dayane Mello e Giulia Salemi con Matteo Manzini Ph Credit Movieplayer.it
Dayane Mello e Giulia Salemi con Matteo Manzini Ph Credit Movieplayer.it

Seni praticamente in vista, scollature provocanti e troppo osè, gambe in vista e anche parti intime che magari dovrebbero essere un pochino più coperte… Ecco, tutto questo è stato messo in mostra dalle due donne.

Ehm, le mutande ci sono? Ph Credit Movieplayer.it
Ehm, le mutande ci sono? Ph Credit Movieplayer.it

Senza tralasciare il dubbio gusto dei due abiti indossati dalle donne: decisamente fuori luogo per un red carpet, forse andavano bene per una sfilata carnevalesca…

Che poi bastava fosse un po' più lungo nelle parti intime ed era pure bellino! Ph Credit Movieplayer.it
Che poi bastava fosse un po’ più lungo nelle parti intime ed era pure bellino! Ph Credit Movieplayer.it

Giulia Salemi, però, non ci sta e su Twitter scrive:

Quelli che mi conoscono sanno che non ha mai dato prove particolari di esibizionismo, Io sono venuta a Venezia perché sono stata richiesta fortemente per quel Red Carpet e per supportare il mio amico stilista indossando una delle sue creazioni; Per alcuni mi rendo conto che potremmo avere esagerato e che la passerella invece che gioisa può essere risultata volgare ma per molti e sopratutto per la Stampa internazionale no. Mi scuso con quelli che sono rimasti colpiti negativamente da questa passerella. E accetto tutte le critiche COSTRUTTIVE ma questa è la mia vita“.

Voi che ne pensate?

di Redazione