Il biglietto del teatro si compra con una busta della spesa

 

Dallo scorso 23 ottobre al Teatro dei 25 di Bologna si è alzato il sipario sulla nuova rassegna “Il Teatro dà da mangiare”.
Il progetto prevede che l’ingresso a teatro, piuttosto che essere pagato in denaro, venga saldato con una busta della spesa che verrà poi donata agli empori solidali che supportano famiglie in difficoltà.

Teatro dei 25
Teatro dei 25

Per 8 spettacoli dei 32 totali previsti dal cartellone, la compagnia e il teatro rinunceranno all’incasso in favore della causa.
Tra i beni a lunga conservazione, quelli più richiesti agli spettatori ci sono pasta, farina, caffè, prodotti in scatola, detersivi e prodotti per l’igiene personale. Il tutto verrà consegnato agli Empori solidali di Case Zanardi che forniscono aiuto temporaneo a circa 70 famiglie in condizioni di indigenza.

Il progetto, che nasce dalla constatazione che con il teatro non si mangia, vuole essere una sorta di risposta intelligente e, insieme, provocatoria a quella famosa dichiarazione del Ministro della Cultura che affermò che “con la cultura non si mangia” e dimostrare che, invece, non solo con il teatro si mangia, ma si può anche dar da mangiare.

Teatro dei 25
Teatro dei 25

Le prossima date che aderiscono al progetto sono le seguenti:

14 novembre ‘Non torno a casa’ Compagnia pomodori verdi fritti
21 novembre ‘Suspects’ Zoè Teatri
30 gennaio ‘Dittico in nero’ Animalia Teatro
4 febbraio ‘Canal Burlesque anni 20’ Gabriele Baldoni
4 marzo ‘Sarà una serata Strepitosa’ Gianpiero Sterpi
19 marzo ‘Kasting’ Il Teatro hace mal
9 aprile ‘I volti dietro le maschere’ Teatranda Lab

NB Se il pubblico arriva con la busta della spesa anche per tutti gli altri spettacoli in cartellone, il progetto verrà sostenuto comunque.

Un motivo in più per andare a teatro!!

 

Credits photos: Agatino Di Martino – Teatro dei 25

 

di Carlotta Di Falco