Eleonora Crippa: l'illustratrice che fa sognare

Lei è Eleonora
Lei è Eleonora

Ciao Eleonora, sono molto incuriosita da quello fai, mi racconti cosa vuol dire essere un’illustratrice?

Ciao Carlotta e ciao lettori!

Sono felice di scoprire questa tua curiosità per il mondo dell’illustrazione.

Essere illustratore vuol dire principalmente avere una grande passione per il disegno. Vuol dire avere il desiderio di creare un mondo con un foglio ed una matita. Ma vuole anche dire avere molta tenacia.

Illustrazione originale di Eleonora Crippa
Illustrazione originale di Eleonora Crippa

La fame di creazione di un illustratore è temprata da tante e tante porte in faccia. Per questo gli illustratori hanno la testa dura. È un’arte che si è sviluppata notevolmente con la nascita della stampa, in seguito, con l’arrivo della fotografia e più recentemente del web, la figura dell’illustratore è diventata quasi un fantasma.


Come nasce la tua attività artistica?

Ho sempre amato disegnare, mi libera la mente. Non ti so dire come nasce, c’è sempre stata. Mio padre è un illustratore mancato, forse la mia passione per il disegno nasce con lui.

Illustrazione originale di Eleonora Crippa
Illustrazione originale di Eleonora Crippa

Le tue illustrazioni sono caratterizzate da un tratto molto personale e originale, c’è qualcuno a cui ti ispiri? Un nome celebre che ammiri?

Amo le illustrazioni degli anni ’50, le animazioni del carosello o delle vecchie pubblicità animate americane.
Due nomi tra tanti: Bruno Bozzetto e Fiep Westendorp.

Ho visto che le tue opere si concentrano principalmente sulla descrizione di momenti di vita quotidiana, c’è un motivo particolare dietro questa scelta?

Credo che il motivo sia quello di trasformare il quotidiano in qualcosa di romantico, divertente e fantasioso.
La routine per me è una vera e propria tortura! Forse per questo sento il bisogno di sdrammatizzarla.
Le mie illustrazioni rispecchiano la vita vera, ma con una pennellata di vernice rosa. O blu. E rossa, a volte.

Illustrazione originale di Eleonora Crippa
Illustrazione originale di Eleonora Crippa

Noi blogger cerchiamo di trasmettere il nostro pensiero attraverso le parole: l’illustrazione da un valore aggiunto all’informazione? Se sì, in quale direzione?

Un valore aggiunto all’informazione? Anche! Ma non solo.

Un’ illustrazione può essere una vera e propria informazione, senza la necessità di essere affiancata a delle parole. L’illustrazione porta chi la guarda ad un livello di lettura assolutamente unico e personale, che si differenzia notevolmente dall’informazione che un lettore possa ricevere leggendo un articolo o un testo.

Illustrazione originale di Eleonora Crippa
Illustrazione originale di Eleonora Crippa

Qual è il segreto per emozionare “illustrando”?

Credo che un’illustrazione emozioni quanto più si avvicina al cuore della gente.

Un bambino scopre nelle pagine di un libro un orsacchiotto che somiglia tanto all’orso di peluche con cui va a dormire tutte le sere. È un’emozione. Lo fa sognare e lo rassicura.

Illustrazione originale di Eleonora Crippa
Illustrazione originale di Eleonora Crippa

Una donna si riconosce in quella caricatura disegnata su tale rivista, ritrovandosi in quella buffa signora che tenta invano di mettersi a dieta, che non trova l’uomo giusto e che sogna una vacanza al mare invece di essere circondata da un mare di camicie da stirare. È un’emozione. Non si sente la sola.

Un ragazzo scopre un’illustrazione satirica su tale quotidiano che sottolinea sarcasticamente un aspetto della situazione politica. Lo fa pensare. È un’emozione.

Insomma, l’illustrazione deve fare riflettere, deve fare divertire e sognare.

Progetti futuri?

2 progetti a cui tengo molto!

Una nuova avventura con una “quasi sorella” finlandese, che dal suo paese porta colori e forme divertenti, tipici dello stile scandinavo, per vestire I più piccoli. Io mi occuperò dell’illustrazione tessile, lei del design dell’abito.
Vi avviso – i bimbi la adorano!
Seguite I nostri primi passi su www.cottonandcandydesign.blogspot.com!

Illustrazione originale di Eleonora Crippa
Illustrazione originale di Eleonora Crippa

Secondo progetto, non meno importante, una collaborazione con Shameless Magazine, rivista alternativa canadese che parla ai giovani di arte, cultura e attualità, riflettendo sulla diversità dei lettori e sulle loro esperienze, spesso trascurate dai media. Con una punta di femminismo.

Dove ti troviamo?

Mi trovate qui:

www.etsy.com al negozio Ulalaa

www.therealgirljournal.tumblr.com

www.cottonandcandydesign.blogspot.com

Prima di lasciarti vorrei che mi raccontassi la tua produzione preferita, una sorta di “l’opera vista con gli occhi dell’artista”…

The Real Girl Journal è un blog che ho iniziato da poco e che mi sta particolarmente a cuore.
È il diario di una trentenne di oggi che, delusa dalle relazioni sentimentali, decide che dell’amore non ha più bisogno.
Ciò di cui ha bisogno sono solamente divertimento, sesso e scarpe nuove. Niente romanticismo e batticuore. Vediamo come va a finire…Se vi va seguitela su www.therealgirljournal.tumblr.com

Illustrazione originale di Eleonora Crippa
Illustrazione originale di Eleonora Crippa

Uau, vivere senza amore, senza romanticismo e senza batticuore… è una scelta molto dura e radicale, immagino sia possibile, ma qual è l’alternativa per scaldare il cuore?

Diciamo che The Real Girl sceglie di vivere senza amore perchè l’amore l’ha sempre delusa, ore ed ore di fila al chiosco – con i tacchi alti, sotto la pioggia e senza ombrello – per acquistare un biglietto per un film romantico. E si è sempre ritrovata nella sala sbagliata del cinema.. Credo che The Real Girl non decida di vivere senza AMORE, ma senza l’amore di un uomo.
Il cuore si scalda in tanti modi, con un amico che ti ama, con un bicchiere di vino ed un abbraccio sincero.

Illustrazione originale di Eleonora Crippa
Illustrazione originale di Eleonora Crippa

Quante verità…grazie Eleonora e in bocca al lupo!!

Crepi! Ciao Carlotta!

di Carlotta Di Falco