John Lennon: 5 cose che forse non sai della star di Imagine

 

Trentacinque anni fa se ne andava John Lennon.
In quel freddo 8 dicembre 1980 uscendo dal famigerato Dakota building di New York, teatro di altre celebri morti del rock, cinque pallottole sparate dal fanatico ‎Mark David Chapman posero fine alla sua vita.

La morte di John Lennon
La morte di John Lennon

John Lennon, da chitarrista, cantante e compositore dei Beatles, una volta sciolto il quartetto era diventato attivista politico e pacifista, un simbolo di ribellione ai totalitarismi politici o religiosi, un artista concettuale, accompagnato nei propri happening dalla moglie e per certi versi mentore, Yoko Ono. Una grande personalità, uomo controverso dalle molteplici sfaccettature. Ecco 5 cose che forse non sai sulla star di Imagine.

Pacifista aggressivo

John e Cynthia Lennon nel 1965
John e Cynthia Lennon nel 1965

Nel 1968 divorziò dalla prima moglie, Cynthia Powell. Quest’anno sono emerse le carte redatte dagli avvocati di Cynthia in cui John Lennon viene descritto come fedifrago e un padre aggressivo verso il figlio Julian. Nel 1980 dichiarò che “Julian fu un figlio non previsto. Che venne fuori da una bottiglia di whisky” e lo stesso Julian parlando del padre ha poi confermato  “Parlava e cantava d’amore, ma a me non ne ha mai dato […] fu un cattivo padre. Ed io non riesco a diventarlo per colpa sua. La parte più oscura del mio carattere mi viene decisamente da papà. Quando divento troppo aggressivo, so che è la sua eredità”.

I Beatles più famosi di Gesù

John-Lennon-Jesus
Cartello di protesta vs. John Lennon

Lui che nel 1966 aveva detto alla stampa americana che i Beatles erano diventati più famosi di Gesù Cristo – frase che scatenò una rivolta vs. i Beatles negli stati più conservatori d’America – ricevette nel 1969 la proposta dagli autori Tim Rice and Andrew Lloyd Webber di recitare nel musical Jesus Christ Superstar, proprio nel ruolo del protagonista.

Rifiutò, una polemica religiosa basta e avanza.

Buon Compleanno John Lennon

john-lennon-and-yoko-ono-with-birthday-cake-jpg-and-yoko-ono-1629238071
Yoko Ono e John Lennon

Quest’anno avrebbe compiuto 75 anni, gli hanno fatto gli auguri tre giorni fa nel mega concerto John Lennon 75th birthday al Madison Square Garden di New York un cast di artisti internazionali: Brandon Flowers (Killers), Sheryl Crow, Steven Tyler (Aerosmith), Kris Kristofferson, Tom Morello, John Fogerty, Juanes e altri ancora.

Gustatevi le interpretazioni di alcuni dei più grandi successi scritti da John Lennon, da Instant Karma a Don’t let me down.

Pisolino nella bara

John Lennon
John Lennon

Secondo Allan Williams, uno tra i primi manager dei Beatles, John Lennon di tanto in tanto si faceva un pisolino in una bara. Proprio nel locale di proprietà dello stesso Williams, frequentato dai Beatles a Liverpool, The Jacaranda, c’era una vecchia bara in cui spesso John Lennon si sdraiava per scherzo, tanto da finire di addormentarsi.

Corista e boy scout

John Lennon da giovane
John Lennon da giovane

Nonostante sia cresciuto rocker e iconoclasta, John Lennon da bambino ha fatto il corista in chiesa ed è stato un boy-scout. Iniziò la sua carriera come cantante nel coro della St. Peter’s Church di Liverpool e boy scout nella brigata 3d Allerton.

John Lennon e Yoko Ono
John Lennon e Yoko Ono

Nowhere Boy è un film biografico del 2009 incentrato sull’adolescenza di John Lennon, verrà trasmesso stasera alle 21.15 su Rai Movie per ricordare a trentacinque anni dalla sua scomparsa la grande assenza di John Lennon, mentre Sky Cinema Cult ricorda John Lennon con U.S.A. contro John Lennon alle 15.10.

di Ilaria Danesi