La Domenica Lasciami Sola, il nuovo libro di Simonetta Sciandivasci

Articolo scritto da Elena Verzì

Alzi la mano chi ha accompagnato il proprio fidanzato questa domenica allo stadio!

Tutte??? Ma che bugiarde!

Dallo schermo già vedo i vostri sguardi che si abbassano o si rivolgono altrove; qualcuna, invece, sta ancora pensando: cosa ho fatto domenica? Poi ci sono quelle che sono rimaste a casa mentre quei compagnoni dei propri fidanzati sono andati allo stadio e per ultime le tiranne che hanno costretto i rispettivi mariti ad accompagnarle al centro commerciale.

Non c’è argomento più temuto tra le coppie che il calcio, perché sappiamo che scatenerà ineluttabilmente un litigio.

Il campionato italiano, le qualificazioni, la champions league, i mondiali… Non passa giorno che non ci sia una partita di pallone.
Ma amiche, da oggi 22 ottobre abbiamo un’alleata in più, colei che ha affrontato in maniera spiritosa, fantasiosa e al contempo veritiera la passione maschile, donandoci un romanzo che è una matrioska di simpatia. Simonetta Sciandivasci è l’autrice alla quale saremo sempre grate per aver raccontato nel suo romanzo intitolato “La domenica lasciami sola” una storia comune a tutte noi donne, il tragicomico binomio uomo-calcio, un conflitto che va combattuto in un campetto verde.

Il romanzo edito da Baldini e Castoldi uscirà nelle librerie proprio oggi 22 ottobre.

La protagonista S. rappresenta la tipica ragazza che nel periodo di conoscenza con il nuovo fidanzato e forse futuro marito, per poter far colpo e non lasciar scappare il bell’adone, pur non capendo nulla di calcio se ne serve per scopi amorosi.

<> così dice S. che non proibirà mai a nessun uomo di abbonarsi a Sky Sport. Una regola da seguire è: non lamentarsi come Rita Pavone nella canzone “La partita di pallone” e chiedere di andare allo stadio con il proprio uomo ma lasciarlo libero di vivere il suo sport, perché questo giocherà a nostro favore.

Il romanzo non ha lo scopo di farci comprendere il calcio, ma guardare in un’altra chiave di lettura questo sport di cui siamo gelose perché pensiamo venga al primo posto nelle passioni del genere maschile (e lo è realmente).

La Sciandivasci crea meravigliosi e realistici dialoghi, intervallati dai pensieri, scorrevoli e tortuosi come un fiume, dell’eroina S. che voterà sempre a favore delle Donne senza pallone. In questa storia, riuscirete a sentire una parola nuova, diversa e anche più tecnica, un umorismo mai scontato. Avrete la gioia di vedere chiamati in causa giornalisti, cronisti e persino politici nell’ultima partita decisiva.

Simonetta Sciandivasci è la CT della partita del cuore perché in fondo sappiamo tutti che Omnia vincit amor.

di Redazione

  • In questo articolo:
  • Libri