La Marcia Dei Pinguini – Il Richiamo: la clip anteprima con Pif in sala doppiaggio

A dieci anni di distanza, il regista Luc Jacquet ci riporta tra i ghiacci con la magia delle riprese in alta definizione e l’utilizzo di innovative camere subacquee e droni, per una nuova avventura alla scoperta dell’Antartide.  La Marcia Dei Pinguini 2 – Il Richiamo, il sequel dell’emozionante e spettacolare film già campione d’incassi in Italia, uscirà nelle sale stasera – giovedì 23 febbraio 2017.

Per la realizzazione del film ci sono voluti oltre due mesi di riprese, internamente in 4k e in condizioni avverse. Vedremo così le profondità del mare e luoghi inaccessibili all’uomo, dove avviene la battaglia dei pinguini affinché si rinnovi il miracolo della vita.

La trama

 

Il protagonista è un giovane pinguino che intraprende il suo primo viaggio insieme ai propri simili per una destinazione sconosciuta, guidato solo dall’ istinto.  Attraverso gli occhi e i ricordi di un pinguino anziano, osserveremo da vicino questo momento decisivo della vita del cucciolo.

La marcia dei Pinguini – Il Richiamo

Seguiremo il nostro pinguino per tutto tutto il suo straordinario cammino e le grandi sfide che lo aspettano a ogni passo.  A raccontare le avventure del giovane pinguino è il poliedrico attore, conduttore, regista, Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif.

La campagna Adotta un Pinguino

Notorious Pictures (il distributore italiano del film) in occasione dell’uscita del film “La Marcia dei Pinguini 2 – Il richiamo”,  si impegna al fianco del WWF (l’associazione storicamente impegnata nella lotta ai cambiamenti climatici) adottando 100 pinguini e sostenendo la campagna “Adotta un pinguino” .  Gli utenti del web sono tutti invitati a sostenere la campagna, seguendo la pagina Facebook del film con un like. Al raggiungimento dei 50.000 fan, Notorious adotterà altri 50 pinguini.

La clip anteprima

Guarda in anteprima nella clip il momento in cui papà pinguino torna dal mare e cerca il suo piccolo e dove si vede anche Pif in sala doppiaggio.

 

di Marianna Feo