Lapo Elkann finge un sequestro perché ha finito i soldi a New York

Lapo Elkann ne ha combinata un’altra delle sue. Il rampollo di casa Fiat, secondo le voci che ci arrivano dagli States, è stato fermato e poi rilasciato dalla polizia di New York, con l’accusa di aver simulato il suo sequestro. Perché lo avrebbe fatto? Pare che Lapo avesse finito tutti i soldi contanti insieme a una escort, con cui ha fatto festa per due giorni a Manatthan e aveva bisogno di denaro contante: per questo ha chiesto alla famiglia 10mila dollari… Solo? Poteva chiedere di più!

Lapo Elkann e il finto sequestro

L’accusa mossa dalla polizia è di falsa denuncia, secondo quanto riportato da New York Daily News, Daily Beast e Hollywood reporter: Lapo Elkann avrebbe speso tutti i soldi tra alcol e droga con una escort a New York, in occasione della Festa del Ringraziamento.

Finiti i soldi, la escort, pare una donna transgender, avrebbe pagato per lui altra droga, con la promessa di riavere i soldi, che però Lapo aveva finito. Così ha escogitato il piano del falso sequestro per chiedere alla famiglia 10mila dollari per essere liberato da una donna che lo teneva “prigioniero” contro la sua volontà.

Già nel 2005 era finito nei guai...

La famiglia si è rivolta alla polizia e così è stato scoperto tutto. Lapo, Lapo, non impari mai!

di Redazione