The Iron Lady e Moneyball – L'arte di vincere: sfida a colpi di nomination

Da questa sera arrivano nelle sale italiane due, tra i film più acclamati e attesi : Moneyball – L’arte di vincere e The iron Lady.

L’arte di vincere (Moneyball) è un film del 2011 diretto da Bennett Miller. È basato sul libro Moneyball: The Art of Winning an Unfair Game di Michael Lewis sulla squadra di baseball Oakland Athletics e sul loro general manager Billy Beane.

Gli Oakland Athletics sono una buona squadra di baseball, ma con budget molto contenuti rispetto le altre squadre competitor. Quando al termine di una buona stagione il general manager Billy Beane si vede portar via i suoi tre migliori giocatori che gli verrà impossibile sostituire per mancanza di fondi, decide di affiancarsi a Peter Brand, giovane laureato in economia che gli dimostra come si possa costruire una squadra vincente basandosi sulle statistiche invece che sui nomi altisonanti.

Beane abbraccia la filosofia del ragazzo e rifonda la squadra con nomi sconosciuti o apparenti scarti, lasciando basiti tutti i collaboratori degli Oakland Athletics, compreso l’allenatore Art Howe. All’inizio le cose non sembrano funzionare, ma pian piano il “sistema” gli darà ragione dando dei risultati incredibili.

Il film ha ottenuto 6 candidature agli Oscar 2012, tra queste quella per il miglior film e quella per il miglior attore protagonista , uno strepitoso Brad Pitt.

Mentre The iron Lady (se ricordi ti avevo già parlato di questo film in merito alle polemiche della famiglia Thatcher sull’immagine del Primo Ministro che ne risulta) ripercorre la vita dell’ex-Primo Ministro britannico Margaret Thatcher, compresa l’infanzia, la sua carriera politica e i 17 giorni antecedenti alla guerra delle Falkland (avvenuta nel 1982).
La storia viene raccontata attraverso gli occhi della donna che, ormai ottantenne, vive con nostalgia i momenti del suo passato.
The Iron Lady è un film diretto da Phyllida Lloyd, che vede Meryl Streep come interprete d’eccezione della Donna di Ferro.

Il resto del cast comprende Jim Broadbent, che interpreta Denis Thatcher, e Anthony Head, nel ruolo del longevo membro del gabinetto Geoffrey Howe.

Il film ha già ricevuto un Golden Globe per la nomination di migliore attrice in un film drammatico, consegnato alla sempre superba Meryl Streep.

Ma The iron Lady è in lizza anche per la notte degli Oscar, candidato alla statuetta come migliore attrice protagonista a Meryl Streep e come miglior trucco a Marese Langan.

Insomma questa sera, quando ti troverai a scegliere cosa andare a vedere, avrai davvero l’imbarazzo della scelta, fammi sapere cosa ne pensi e soprattutto, se le candidature sono meritate o meno.

Buona visione e buon fine settimana!!

di Carlotta Di Falco