Laura Pausini non spera in un secondo figlio

 

Laura Pausini non spera in un secondo figlio. Dopo la gioia per l’arrivo della sua piccola Paola, la cantante si confessa in una intervista a Vanity Fair, raccontando del perché ha scelto di tornare definitivamente in Italia. Lo ha fatto proprio per la sua piccola, una bambina tanto sognata e aspettata e, visto che sa cosa voglia dire aspettare un neonato che non arriva, non chiede a Dio il bis.

laura-pausini-famiglia
Laura Pausini con la figlia Paola

Laura Pausini è pronta a tornare definitivamente in Italia, proprio per la sua piccola:

E’ soprattutto per Paola. Voglio che vada all’asilo, che frequenti i bambini della sua età, che abbia una vita normale, per quanto possibile“.

I continui spostamenti per lavoro non sono certo semplici da vivere:

Promuovere un disco o fare un tour significa cambiare Paese ogni due-tre giorni: per una bambina che deve abituarsi ogni volta a un nuovo orario, a un nuovo clima, a un nuovo hotel, a un nuovo letto, è davvero troppo. Per questo l’anno scorso ho accettato la prima proposta dal Messico: per stare un po’ di tempo ferma in un posto. Insomma, è grazie a Paola se ho scoperto la Tv“.

E in quanto a un fratellino, ecco cosa dice:

Non è una cosa che mi sento di chiedere a Dio. So cosa vuol dire desiderare un figlio che non arriva, so che per una donna è una delle cose più frustranti e dolorose, così dolorosa da non poterla spiegare. E siccome ho tante amiche e conoscenti in questa situazione, a Dio dico: non te ne chiedo un altro, ma dallo per favore a quelle lì, che lo aspettano e non arriva“.

di Redazione