Le donne italiane che hanno cambiato il mondo

Ci sono donne italiane che hanno fatto la storia del mondo: con il loro impegno in diversi ambiti sociali e professionali hanno fatto davvero la differenza. E noi oggi dobbiamo ancora dire grazie al loro coraggio, alla loro tenacia, alla loro perseveranza e alla loro intelligenza. Sono persone che hanno creduto profondamente nelle loro capacità, in un mondo maschilista che spesso non dà spazio a noi donne: loro sono un esempio da raccontare alle generazioni future, come fonte di ispirazione per il lavoro e la vita.

Chi sono queste donne straordinarie? Rita Levi Montalcini, unica donna ad aver vinto il premio Nobel per la Medicina per aver scoperto il fattore di accrescimento della fibra nervosa e senatrice a vita, la scrittrice Oriana Fallaci che ha venduto 20 milioni di libri in tutto il mondo e che ha partecipato anche alla Resistenza Italiana, diventando poi la prima donna ad andare al fronte come inviata speciale.

Maria Montessori, pedagogista e filosofa che ha ideato un metodo educativo validissimo ancora oggi, Margherita Hack, prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia, astrofisica, divulgatrice scientifica.

Alda Merini, una poetessa unica al mondo, Elsa Morante, una scrittrice che ci ha regalato grandi opere ed è stata la prima donna a essere insignita del Premio Strega Nilde Iotti, la prima donna a essere stata nominata Presidente della Camera dei Deputati, Tina Anselmi, partigiana che ha partecipato alla Resistenza e prima donna ministro della Repubblica Italiana.


Lina Wertmüller, grande regista italiana e prima donna candidata agli Oscar come migliore regista nel 1977 con il film Pasqualino Settebellezze, e come dimenticare Anna Magnani, grande attrice italiana.

Donne straordinarie, ognuna di fondamentale importanza nel proprio settore di appartenenza che hanno saputo fare la differenza in una società maschilista, dimostrandoci che se vogliamo possiamo fare tutto. Grazie per il vostro esempio, che sia utile anche alle generazioni future per cambiare un mondo che ci vede sempre seconde agli uomini: vogliamo che la parità sia una realtà e lo vogliamo il prima possibile!

di Redazione