Le nuove eroine da fiaba di cinema e tv: bye bye principessa sul pisello

Once upon a time - foto Abc.com
Once upon a time – foto Abc.com

Sul grande e piccolo schermo c’è un cambiamento di rotta per i personaggi femminili del mondo fantasy e delle fiabe. Non più principesse indifese in attesa di essere salvate dal principe azzurro, le nuove protagoniste delle fiabe hanno lo spessore di personaggi fuori dal cliché. Basti pensare al successo planetario di Frozen, il regno di ghiaccio, premio Oscar 2014 come del film di animazione e miglior canzone originale (Let it go cantata da Demi Lovato). Il film Disney, ispirato da La regina delle nevi di Hans Christian Andersen, racconta la storia di due principesse, Elsa ed Anna, entrambe protagoniste ma in modi diversi. Senza addentrarci nella trama che molti già conosceranno (la trovate su su Movieplayer.it) basti pensare alla duplicità delle sorelle protagoniste e alla diversità dei loro “caratteri”, frutto di indole ed esperienze diverse: Anna, la minore, un po’ goffa, ottimista, solare e capace di grande coraggio e determinazione nel cercare la sorella scomparsa; Elsa è più “fredda” (sì, lo so, è voluto) introversa e rigida verso sè stessa e gli altri. Oltre ai riscontri di pubblico e premi ottenuti per Frozen si parla giù di un mini sequel (cortometraggio) dal titolo Frozen Fever.

Frozen Fever - foto Movieplayer.it
Frozen Fever – foto Movieplayer.it

Sempre della Disney e dall’uscita non ancora precisata, Frozen Fever sarà incentrato sui preparativi di Elsa e Kristoff (amico di Anna e personaggio minore maschile) per la festa di compleanno di Anna ma i poteri di Elsa potrebbero, anche questa volta, rischiare di rovinare la festa.
Tra le serie tv Once Upon a Time racconta di una cittadina del New England, Storybrooke, in cui una strega cattiva ha imprigionato a loro insaputa i personaggi delle fiabe, cancellando la loro memoria. Emma, la protagonista “umana” in realtà è figlia di Biancaneve e del Principe Azzurro e lo scoprirà quando il figlio Henry, dato in adozione appena nato 10 anni prima, la verrà a cercare parlandole della maledizione sul mondo delle fiabe. La madre adottiva di Henry a Storybrooke in realtà è la strega cattiva mentre Emma, la madre naturale che lo ha abbandonato, è di fatto l’eroina della serie. Nonostante la patina fiabesca del termine “eroina” con Emma siamo di fronte ad un personaggio reale, una donna con un passato in cui ha preso una decisione dolorosa e personale, che la segna per il resto della vita e con cui si confronta quotidianamente.

Una scena da "Once upon a time" - foto Screenweek.com
Una scena da "Once upon a time" – foto Screenweek.com

La serie, prodotta dalla Abc e trasmessa in Italia dal canale Fox di Sky, tornerà il 28 settembre con la quarta inedita stagione in cui appariranno anche le protagoniste di Frozen, Elsa ed Anna, per la consuetudine di Once Upon a Time di includere personaggi di fiabe e storie fantasy nella sceneggiatura.

Foto Nerdist.com
Foto Nerdist.com

E cosa aspettarsi dal nuovo film della Disney Cinderella, lungometraggio con attori diretto da Kenneth Branagh atteso per marzo 2015? Di sicuro un interessante cambio di prospettiva, visto che la storia verrà raccontata dal punto di vista del principe, forse meno affettato rispetto al classico narratore onnisciente delle fiabe? Cate Blanchett interpreterà la matrigna di Ella, la protagonista, che avrà il volto di Lily James (Donwtown Abbey) mentre Richard Madden (Game of Thrones) sarà il principe, narratore. Per ora non si hanno altre notizie certe su Cinderella ed il trailer ufficiale, certo, non aiuta a capire molto di più, staremo a vedere.

di Ilaria Danesi