"Lettere a Jackie": il film sulle 800mila lettere di cordoglio alla vedova Kennedy

Ci sono eventi che hanno cambiato la storia, eventi divenuti mediatici e che hanno sconvolto l’opinione pubblica del mondo intero. Tra questi occupa un’importante posizione l’omicidio in diretta di John F. Kennedy, avvenuto il 22 novembre 1963 che sconvolse l’America e il mondo.

Jackie e John F. Kennedy nel giorno del loro matrimonio - foto da John F. Kennedy Presidential Library and Museum
Jackie e John F. Kennedy nel giorno del loro matrimonio – foto da John F. Kennedy Presidential Library and Museum

Oggi sono passati 50 anni dalla morte del presidente americano e si torna a parlare di lui grazie ad un’iniziativa di TLC Network che ha prodotto un film che racconta cosa avvenne subito dopo: la first lady Jackie Kennedy ricevette oltre 800mila lettere di condoglianze, da tutto il mondo. Il documentario Lettere a Jackie – Ricordando il presidente Kennedy che andrà in onda questo autunno, a esattamente 50 anni dalla morte di JFK del 22 novembre 1963, raccoglie tutte queste testimonianze per riportarle alla luce. Nel film i riflettori sono puntati sul personaggio della first lady Jackie, sul suo dolore e su come, nonostante tutto, supportò una nazione.

Jackie Kennedy ai funerali del Presidente - foto da John F. Kennedy Presidential Library and Museum
Jackie Kennedy ai funerali del Presidente – foto da John F. Kennedy Presidential Library and Museum

A rendere il tutto più avvincente troveremo 20 attori celebri che leggeranno le lettere recapitate a Jackie, tra loro Kirsten Dunst, Anne Hathaway, Betty White, Michelle Williams nel complicato e scomodo ruolo di Marilyn e tanti altri.

Le lettere di cordoglio non hanno nulla di formale, moltissime mostrano innumerevoli errori grammaticali o frasi non particolarmente scorrevoli e chiare, ma sono testi carichi di sentimento e di significato, dove emerge tutto l’affetto e il profondo dispiacere che il popolo americano provava in quel momento nei confronti della famiglia Kennedy per la morte del loro amato presidente.

Jackie e John F. Kennedy posano con i figli - foto da John F. Kennedy Presidential Library and Museum
Jackie e John F. Kennedy posano con i figli – foto da John F. Kennedy Presidential Library and Museum

Un esempio:“Abbiamo amato tuo marito, perché pensava ai negri come creature di Dio e ci ha fatto vivere come i bianchi, non permettendo che ci trattassero come cani. Signora Kennedy preghiamo per voi e la vostra famiglia”.

Un omaggio ad uno dei presidenti più amati della storia, ma anche alle persone che lo resero grande.

di Carlotta Di Falco